Quelle che ci sembrano le prove più ardue

Sono spesso benedizioni in incognito, scriveva Oscar Wilde!

La vita quotidiana ci riserva prove più o meno difficili: ci sono quelli che chiamiamo semplicemente contrattempi e ci sono ostacoli più impegnativi  fino ad arrivare a quelli che definiamo “baratri”, disastri.

L’esistenza umana non è sicuramente monotona!

Quando ci troviamo di fronte ad una difficoltà dobbiamo secondo me procedere a 2 valutazioni fondamentali:

  • La prima è capire se l’ostacolo è appunto uno scalino o una montagna
  • La seconda, e secondo me più importante, è capire quali strumenti e quanta energia abbiamo a disposizione per poter affrontare l’ostacolo.

Per quanto riguarda il primo punto non credo ci sia molto da discutere: solitamente prima si fa una valutazione soggettiva del problema e poi si passa a farne una più oggettiva dando una sorta di voto o di giudizio all’ostacolo che si ha davanti.

Aspetto che credo sia importante tenere ben presente è lo stato d’animo con cui guardiamo all’ostacolo: se ci sentiamo forti e pieni d’energia le difficoltà ci appariranno meno pesanti da affrontare, se ci sentiamo invece stanchi e demoralizzati vedremo solo difficoltà insormontabili. Quindi passato l’effetto del primo impatto è bene guardare l’ostacolo da tutte le angolazioni per renderne la valutazione più oggettiva possibile.

Il secondo punto invece a mio parere apre un ventaglio di punti di discussione sui quali riflettere attentamente!

Innanzitutto parto dalla convinzione che ciascuno di noi affronta nella propria vita solo gli ostacoli che è in grado di superare: con questo sono molto lontana dall’affermare che sia tutto facile e che la strada sia priva di sofferenza! ma sono fermamente convinta che abbiamo tutti gli strumenti per riuscire ad arrivare alla meta, alla soluzione, a vedere la luce in fondo al tunnel.

Quando nella nostra vita si presenta una difficoltà, di qualsiasi natura essa sia, dobbiamo cercare di diventare consapevoli innanzitutto di quale sia la migliore strategia per affrontarla e poi di quali strumenti servono per superarla.

L’impatto emotivo delle difficoltà spesso ci distoglie dalla consapevolezza delle nostre possibilità: per cultura e per stanchezza siamo portati e guardare alle difficoltà come degli ostacoli anziché come delle sfide e/o opportunità, eppure se ci guardiamo un po’ indietro ci possiamo rendere conto di come molte “cadute” ci hanno permesso di rialzarci più forti di prima! un brutto voto ci ha fatto studiare di più , l’abbandono da parte del fidanzato/a ci ha permesso di sposare l’uomo o donna della nostra vita,… insomma non tutto il male vien per nuocere è secondo me una grande verità ! sono consapevole che a volte il motivo per cui nella nostra vita si presentano delle difficoltà non è chiaro e capita che non ne scopriremo mai la ragione però io penso che mai niente avviene per caso e consapevole o no ogni ostacolo mi ha aiutato ad evolvere, a crescere!

Un altro punto sul quale portare attenzione a parer mio è la richiesta d’aiuto: molte persone per orgoglio o per paura del giudizio non chiedono aiuto complicandosi la strada e la vita.  Innanzitutto parlare delle proprie paure e preoccupazioni alleggerisce il loro peso sulle nostre spalle e poi la condivisione porta spesso a guardare il problema con altri occhi e spesso porta quindi a trovarne la soluzione.

L’essere umano ha una grande dote, la creatività! essere creativo non significa essere un artista ma significa creare dal vecchio qualcosa di nuovo, dal già visto a qualcosa di non ancora visto… un vecchio ostacolo una nuova soluzione!

L’equilibrio energetico è la base assolutamente indispensabile per affrontare qualsiasi tipo di difficoltà; per questo è importante mantenersi in salute il più possibile oppure mettere al primo posto il recupero della propria energia! provate a pensare quando siete stanchi quanto vi costa fare anche la più banale azione quotidiana. Quindi come si può pensare di affrontare un ostacolo importante se non si hanno le forze necessarie? se siamo talmente stressati da non vedere oltre il nostro naso?

E’ importantissimo inoltre avere fede! fiducia in sé stessi e nelle proprie capacità… credere che l’Universo è nostro alleato e non nostro nemico. La mente umana ha dei limiti e riuscire ad andare oltre a questi limiti imparando sempre più ad ascoltare la nostra voce interiore, il nostro istinto ci porta più velocemente e con maggior efficacia verso la soluzione e il superamento dei nostri ostacoli.

Quando nella vostra vita vi trovate di fronte ad una montagna da scalare quindi valutatene l’altezza, scegliete il percorso da fare, radunate tutti gli strumenti che vi potrebbero servire e con grande e inestimabile fiducia in voi stessi e nell’Universo iniziate il cammino!

Autrice: naturopata Elena Cogo

 

0 / 5 (0 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.