La guarigione dei vari corpi dell’essere

Il nostro corpo fisico è la manifestazione più evidente, la più “densa” della nostra esistenza.Ma non è la sola componente che la caratterizza.
Facenti parte della nostra struttura globale troviamo anche i corpi così detti “sottili” che compongono tutta la struttura del nostro essere.
Consideriamoli in ordine di densità:

Corpo fisico:

ossia la manifestazione più grossolana, è formato da cellule, organi, sangue, ossa, acqua e tutte le componenti che determinano il funzionamento dell’organismo umano ed anche animale.
Il tutto viene tenuto unito dal “prana” ossia energia vitale, che fornisce l’elemento di unione per ogni funzione fisiologica.

Corpo eterico:

“Etereo” nel senso di impalpabile e non percepibile ai cinque sensi fisici comuni. Possiamo definirlo un prolungamento del corpo fisico di alcuni centimetri, ed ha una attività vibratoria che sviluppa calore ed energia vitale.
La sua importanza maggiore è data dalla capacità di tenere unito il corpo fisico al corpo astrale.

Corpo astrale (o corpo mentale inferiore).

Questo strato ha una componente maggiormente sottile rispetto alla precedente. Ha le caratteristiche molto similari a quello che Freud definì “l’inconscio”, quindi alla parte inconsapevole della mente.
Tutto quello che giace nel nostro inconscio, è riflesso su tale strato, compresi i nostri condizionamenti, le paure, i vizi, ma anche le predisposizioni positive e creative.

Corpo Mentale (o corpo dell’intelletto):

Tale corpo racchiude il potere della mente, dal suo raziocinio alla consapevolezza della coscienza.
Questo strato super sottile è un corpo evoluto, a cui gli yogi riservano una grande attenzione nelle loro pratiche per il raggiungere il perfezionamento dell’intelletto supremo.

Corpo Casuale (o corpo della beatitudine):

Questo corpo è uno dei più elevati è ciò che si ritiene sia la nostra essenza primaria.
Si annullano in tale strato le ordinarie percezioni spazio- temporali, c’è assenza di resistenza ed un collegamento diretto alla fonte della saggezza e della pace.

ATMAN – Unione del Divino e Umano:

Il corpo mentale tramite il corpo causale si connettono direttamente alla fonte, ossia al “Vero sé”.
Qui si annulla ogni forma di limite della forma mortale e si sperimenta la spiritualizzazione della materia.
Ogni movimento della nostra coscienza è avvertito da uno dei nostri corpi.
E più la scelta di guarire alcuni aspetti della nostra esistenza è profonda e motivata, e più i livelli inesplorati del nostro essere sono toccati e trasformati.
Spesso durante le sedute di riflessologia le percezioni riguardo al trattamento sono avvertite nei vari corpi.
Può essere coinvolta una reazione prettamente fisica oppure l’azione riflessa può espandersi anche al corpo eterico, ripulendolo da strati di tossine emozionali, rivitalizzandolo.
Così come a volte l’azione riflessogena può interessare degli aspetti inconsci che emergono, più o meno dolorosamente, e su cui il lavoro si concentrerà per permettere un de-condizionamento di un contenuto interiore ormai da superare per essere liberi.
Accade anche che dopo un certo periodo, si riescano ad avvertire dei profondi collegamenti con la parte dei corpi più sottili, il corpo mentale e causale, che generano in noi grandi intuizioni ed illuminano le nostre potenzialità.
Per operare una reale guarigione dei vari livelli del nostro corpo e della nostra coscienza, indipendentemente dalla scelta della tipologia della terapia, che sia la riflessologia, lo shiatzu, i fiori di bach, la psicoterapia, la scelta più importante è decidere “quando”.
Tale risposta si può ricevere solo restando in ascolto sia del nostro corpo fisico, ma contemplandoci anche come estensioni di una energia vitale, mentale e divina illimitata che attende solo il giusto momento per esprimere appieno tutte le potenzialità dell’essere.

 

 

Autore: Giovanna Di Lelio Riflessologa plantare palmare e auricolare

5 / 5 (1 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.