L’asma è una malattia dell’apparato respiratorio: si manifesta con crisi di soffocamento, senza cause apparenti. La persona colpita da un attacco d’asma respira con difficoltà, sibilando, cercando aria con uno sforzo sovrumano dei muscoli del torace. Il meccanismo consiste in un restringimento brutale dei bronchi.

Le cause che scatenano la crisi di asma possono essere molte ma non sono ancora ben conosciute. Lontano dalla crisi il soggetto sta bene e respira normalmente, può perfino correre e praticare sport. L’asma colpisce ad ogni età, ad un anno come a 90 anni.

I Rimedi

Non esiste un rimedio miracoloso per stroncare una crisi asmatica. Nell’80% dei casi riescono efficaci un insieme di metodi dietetici e fisici:

  • il primo rimedio è una semplice tazza di caffè freddo. Nel caso di crisi violenta e improvvisa (naturalmente aspettando il medico), far bere al paziente un tazzone di caffè nero, freddo e molto forte. La caffeina ha il potere di dilatare i bronchi.
  • nelle crisi relativamente leggere, che non generano troppa angoscia nel paziente, è sufficiente applicare alle mani e ai piedi dei sinapismi di senape (sostanza molto irritante). Si ottiene così l’arresto immediato della crisi.
  • All’inizio della sensazione di soffocamento, frizionare il torace con dell’aceto di sidro puro, oppure se il paziente non lo tollera, con dell’acqua calda nella quale si è fatto diluire dell’aceto (un terzo d’aceto in due terzi d’acqua)
  • Applicare tre o quattro strati di foglie di cavolo sul petto e sulla gola, alla base dei polmoni e alle scapole. Lasciare tre o quattro ore, possibilmente tutta la notte.

La Dieta

Aglio deve essere consumato sia sotto forma di tintura, estratto, cotto nell’acqua o nel latte, somministrato anche come clistere (poche gocce di tintura di aglio in un cucchiaio di acqua bollita). L’aglio è il rimedio sovrano delle vie respiratorie (e di molti altri settori dell’organismo).

L’aglio consumarlo sotto tutte le forme.

Consumarlo crudo nel modo seguente: la sera tritare finemente l’aglio con un pizzico di prezzemolo, aggiungervi qualche goccia di olio d’oliva, spalmarlo su una fetta di pane che va mangiata di preferenza al mattino a digiuno.

Preparare una Tintura d’aglio

Con il seguente procedimento:

  1. Tritare finemente 50 gr. d’aglio, metterlo in un vasetto di vetro, coprirlo con 250 g. di alcol a 60^ far macerare 10 giorni.
  2. Scuotere sovente e filtrare. Somministrarne 10 – 15 g. due volte al giorno (due o tre cucchiaini).
  3. Osservare una dieta povera di grassi. Alla sera consumare una cena leggera (possibilmente una minestra all’aglio) tenendo conto che le crisi d’asma sovente si scatenano di notte.
  4. L’aglio consumato la sera impregnerà i tessuti polmonari delle sue benefiche sostanze e farà sì che le crisi siano evitate.
  5. Mangiare di preferenza rape crude ravanelli neri e rossi, rafano, acetosella, prezzemolo, carote, cerfoglio, cavoli, funghi coltivati crudi, polpa di mirtillo (il mirtillo è la pianta degli allergici).
  6. Bere caffè, tè, cioccolato, in quantità ragionevole, e tisane di foglie di mirtillo.

I Consigli pratici

All’inizio della crisi, il semplice gesto di tuffare le mani nell’acqua gelida (immergere nell’acqua dei pezzetti di ghiaccio per renderla veramente gelida) provoca in genere una reazione sufficiente a ristabilire un respiro normale, in ogni caso a migliorarlo notevolmente. Alternare con un pediluvio caldo.

Tratto dal libro del dottor Jean-Luc Roger “Cosa mangiare per guarire “

Naturopata Angela Gimelli
Autore

Vivo a Genova dove svolgo la libera professione di Naturopata. Nella mia vita sono sempre stata attenta a tutto ciò che è "natura" ed ho seguito i più svariati corsi sull'argomento. Ho conseguito il diploma di Naturopatia presso la Scuola Superiore di Naturopatia di Genova affiliata Universite' Europeene Jean Monnet. Ho approfondito con varie specializzazioni come Cristalloterapia e Aromaterapia e attualmente sono Wellness Advocate Doterr