La natura mette e disposizione una vasta gamma di piante che esercitano un’azione favorevole al sonno; esistono erbe rilassanti, antiansia, ipnotiche.

La forma di assunzione più spesso utilizzata è la tintura madre, che ha il vantaggio di essere facilmente reperibile e comoda anche quando si va in viaggio.

Le tinture madri

Vengono preparate macerando la pianta fresca in una soluzione alcolica al 10%, questo è un procedimento che permette di preservare intatti i loro principi attivi.

Avena

Appartiene alla famiglia delle Graminacee, ed è nota per la sua azione lenitiva

addolcente ed antinfiammatoria all’uso esterno, possiede proprietà antidepressive ed è di grande aiuto nel ridurre il consumo di tabacco nei fumatori.

E’ utile nelle insonnie da depressione leggera.

ESCHSCHOLTZIA (o Papavero di California)

Appartiene alla famiglia del papavero da oppio, di cui condivide le proprietà sedative e ipnotiche senza avere la tossicità: la sua tintura madre è efficace in tutti i casi di insonnia.

Melissa

L’azione sedativa della melissa è particolarmente efficace negli stati ansiosi accompagnati da ipereccitabilità, nervosismo e insonnia.

Un tempo veniva utilizzata l’acqua di melissa, oggi si preferisce usare la tintura madre preparata con le sue foglie. Il principale costituente è un olio essenziale dotato di proprietà sedative, antispasmodiche.

Passiflora

E’ un arbusto rampicante originario dell’America meridionale.

Il suo nome “fiore della passione” viene utilizzata come calmante nelle insonnie e negli stati ansiosi.

Ricca di alcaloidi, fitosteroidi e flavonoidi, è indicata nelle manifestazioni psicosomatiche addominali, di cui le persone anziane ne possono soffrire.

Valeriana

Considerata la regina dei sedativi vegetali, il suo effetto sedativo sul sistema nervoso centrale ne raccomanda l’uso nelle insonnie, soprattutto se causato da surmenage mentale. La valeriana facilita l’induzione del sonno e ne migliora la qualità. La si può trovare facilmente in commercio in molte forme; come tintura madre, pillole o in polvere.

Consigli

Non bisogna dimenticare che i principi attivi contenuti nelle piante sono farmacia tutti gli effetti, ed esercitano un’azione biochimica sull’organismo. Come tali vanno sempre assunti con il controllo di un esperto.

Autore

Ho lavorato per 25 anni nell’ambito ospedaliero come infermiera in diversi reparti. Frequento un corso di 3 anni di Volontariato all’Università Cattolica a Milano. Sono Naturopata alla scuola psicosomatica di RIza, con Master universitario alla Statale di Milano. Master in Erboristeria presso la scuola RIZA-Milano. Specializzazione in Floriterapia (Fiori di Bach) con il dr. Ricardo Orosco. Divento Insegnante di Massaggio Infantile presso la Associazione AIMI di Bologna. Specializzazione di Massaggio Infantile presso la scuola LILLAOM ayurvedica di Milano. In collaborazione con Mara riganti, ho scritto un libro dedicato ai genitori ed ai bambini.: “il bruco e la farfalla”. Sono anche autrice del libro BEN...ESSERE CON I FIORI DI BACH.