La persona anziana, sia in salute che con patologie può trarre notevoli benefici da tecniche naturopatiche e  e rimedi naturali, che  possono essere tranquillamente affiancati anche ad eventuali  terapie mediche in atto, oppure diventare semplicemente  una coccola quotidiana.

La Naturopatia infatti prende a riferimento la persona non il sintomo o la malattia, l’obbiettivo soprattutto nella persona anziana è di sostenerla in modo naturale, preservando il più possibile una buona qualità della vita.

Semplici rimedi ed accorgimenti possono ridurre lo stress, il senso di insicurezza, l’ansia e persino le paure tipiche dell’età senile.

Molti anziani dormono poco e male il rimedio ? Una tisana

Dalla fitoterapia un aiuto concreto, molte sono le piante utilizzate per migliorare la qualità del sonno, aiutano in maniera naturale, non hanno controindicazioni

La base, classica di molte tisane per dormire meglio è la valeriana, molti studi hanno dimostrato la sua efficacia al pari di un sonnifero, ma senza le controindicazioni.

In combinazione con la valeriana possiamo utilizzare la melissa, la passiflora, il tiglio ed il biancospino, prezioso per le funzionalità del cuore, non dimentichiamo l’amata camomilla!

La tisana è di facile e veloce preparazione, è sufficiente lasciare in infusione un cucchiaio della miscela di erbe preferite per circa 5-7 minuti e bere ancora tiepida prima di coricarsi.

La verbena ed i fiori di arancio daranno un tocco aromatico alla tisana, confortevole anche per la mente.

Si consiglia la preparazione di un buon erborista ed è possibile dolcificare la tisana con un po’ di miele, preferibilmente di acacia.

Un altro valido aiuto arriva dall’ aromaterapia, con l’utilizzo di oli essenziali dalle proprietà rilassanti

Si raccomanda l’utilizzo di oli puri, naturali preferibilmente bio, non utilizzare aromi sintetici.

Gli oli, poche gocce, vengono poste insieme ad un po’ di acqua nell’apposito fornellino brucia essenze, oppure se si possiede una lampada di sale himalayano, distribuire sulla lampada accesa circa 7-10 gocce di olii essenziali. La lampada di sale himalayano apporta notevoli benefici se accesa per un minimo di 5 , 6 ore giornaliere, il brucia essenze va acceso per almeno una mezz’ora prima di dormire.

Si ottengono maggiori benefici, utilizzando in sinergia  3-4 oli per un massimo di 5 gocce cad.

Olii consigliati: arancio amaro, lavanda, mandarino, camomilla, ylang ylang, melissa, bergamotto, maggiorana.

Elisabetta Biagi Naturopata, iridologa
Autore

Sono una naturopata che predilige le tecniche corporee, effettuo massaggi , sedute di riflessologia plantare, sessioni individuali e in gruppo di fitness- posturale, stretching, rilassamento e meditazione guidata, ho esperienza in fito-floriterapia ed iridologia costituzionale e letture psico-emotive: Ricevo per trattamenti e consulenze a Cesena, ho attivo anche un servizio di consulenze ON-LINE "