L’acne è una infiammazione delle ghiandole sebacee della pelle che comporta una iperproduzione di sebo.

Solitamente  ha un tipo di localizzazione tipica a livello del volto e della parte superiore del tronco ed è  da considerare una vera e propria patologia.
Le cause possono essere molteplici:  scorretta alimentazione, gli sbalzi ormonali, lo stress, il fumo, i fattori genetici e razziali, l’esposizione al sole, l’uso di detergenti scorretti. Compare generalmente all’età dello sviluppo, ma è frequente anche nelle donne con la sindrome dell’ovaio policistico.
Compare con molta frequenza   nella donna in fase premestruale e dopo l’utilizzo di particolari farmaci quali  anabolizzanti, antiepilettici, corticosteroidi.
Anche l’alimentazione può incrementarne la comparsa, soprattutto gli alimenti pro infiammatori, quindi meglio:

  • eliminare completamente i carboidrati ad alto indice glicemico e i prodotti caseari, soprattutto il latte scremato. Abolita quindi la colazione latte e cereali!!!
  • eliminare la cioccolata e il gelato (il cacao, che di per sé è un’ ottima fonte di antiossidanti e con proprietà antinfiammatorie, combinato con il latte perde quasi completamente queste caratteristiche)
  • eliminare i fritti, gli insaccati e gli alimenti confezionati
  • ridurre al massimo il caffè, gli alcolici e le bibite zuccherate
  • preferire gli alimenti freschi e crudi come frutta e verdura
  • aumentare il consumo degli alimenti ricchi in omega-3
  • aumentare il consumo degli alimenti ricchi in vitamina A, E (antiossidanti) e B come i vegetali a foglia verde, i vegetali di colore arancio, i cereali integrali.
  • integrare con zinco e selenio e probiotici per il buon funzionamento dell’intestino

Anche le problematiche  psicologiche come ansia, preoccupazione e tensione  che si ripercuotono a livello del sistema endocrino e quindi delle ghiandole sebacee, possono contribuire.

 Come curare l’Acne con prodotti naturali

Molti sono i rimedi che possono essere utili, tra le creme (che vanno spalmate preferibilmente dopo aver dilatato i pori della pelle come accade dopo un bagno caldo), le più efficaci  sono quelle alla bardana, che favorisce la decongestione e la depurazione della cute. Ricca di mucillagini, inoltre, la bardana ha notevoli proprietà lenitive.
Anche gli unguenti all’amamelide sono molto efficaci contro l’acne: hanno proprietà cicatrizzanti, e consentono di attenuare le infiammazioni.  Il biancospino, il cui fito-complesso è contraddistinto da flavonoidi e rappresenta un rimedio eccellente per le infiammazioni tipiche dell’acne e la viola del pensiero che ha proprietà depurative soprattutto a livello epidermico.

  1. Oli essenziali  di citronella, melaleuca e di lavanda

    Frizionare il viso con un batuffolo di cotone imbevuto di qualche goccia di olio essenziale e qualche goccia di olio di mandorle o di jojoba. Grazie alle proprietà antinfiammatorie e antimicrobiche dell’olio essenziale  si riduce l’irritazione della cute ed si può prevenire l’infezione del brufolo. L’olio estratto dalla citronella é un ottimo astringente ed è anche un ottimo disinfettante. L’olio di lavanda ha proprietà antisettiche e contribuisce a eliminare i batteri dai pori della pelle. Inoltre, grazie al suo profumo inebriante, aiuta a rilassarci alleviando lo stress.

  2. Limone e bicarbonato

    Unire un cucchiaino di succo di limone e un cucchiaino di bicarbonato di sodio in mezzo bicchiere d’acqua tiepida e, con un po’ di cotone, tamponate il viso nei punti più infiammati. Lasciare agire per qualche minuto poi lavare e asciugare. Grazie al potere astringente del limone e quello disinfettante del bicarbonato questo mix è un valido alleato contro i punti neri e per pulire i pori ostruiti da pus.

  3. Cipolla

    Tagliare la cipolla fresca a strisce e applicare direttamente sul viso, oppure utilizzarne  il succo e tamponare con il cotone. Grazie alle sue proprietà antimicrobiche può aiutare a combattere i batteri che causano l’acne. Sono state dimostrate le sue proprietà benefiche contro le cicatrici da acne e la sua azione antibiotica su vari batteri, causa di infezioni della pelle.

  4.  Avocado

    Frullare una porzione di avocado e tamponare con del cotone sui brufoli. Grazie alle proprietà nutritive ed emollienti dell’avocado, la crema ottenuta, agirà contro infiammazioni e rossori e renderà la  pelle vellutata. L’avocado, infatti, è particolarmente indicato per pelli disidratate e per il trattamento delle pelli rilassate, atone e spente.

  5. Olio di calendula

    L’estratto dai fiori di calendula, ha una intensa azione emolliente e lenitiva, utile sulle pelli screpolate, arrossate e molto sensibili. Antinfiammatorio, decongestionante, cicatrizzante, coadiuvante antiacneico e idratante, è un valido rimedio particolarmente efficace nel trattamento delle macchie o dei rossori lasciati dai brufoli più infiammati. Se usato costantemente, migliora visibilmente lo stato fisiologico della pelle.

  6. Gel d’aloe vera

    Da tempo utilizzata per curare bruciature e problemi intestinali, l’aloe vera è anche un ottimo rimedio naturale per l’acne. Basta applicare il gel di aloe vera sulla parte colpita dall’acne.

Naturopata Sara Villa
Autore

Sara Villa titolare del centro Di Naturopatia ed Estetica Olistica e Certificata OTI Oncology Training International di Crema. Ex informatore e promotore del parafarmaco per diversi anni ho lavorato per alcune case farmaceutiche e farmacie.