Il Centocchio è un’erba officinale che viene utilizzata come rimedio popolare per diverse condizioni come dolori, eruzioni cutanee e costipazione ed è anche molto ricca di antiossidanti, Sali minerali e vitamine A e C. Sono molti e vari gli usi consigliati, vediamo come poterla utilizzare, la si può consumare in forma di tisana, infuso ed anche con impacchi locali.

Nativo del nostro continente, il Centocchio, il cui nome è Stellaria media appartiene alla famiglia delle Caryophyllaceae. Diverse piante del genere stellaria sono altresì chiamate centocchio. Sono piante spontanee generalmente boschive e il nome stellaria è originato dalla forma dei suoi fiori.

5 Proprietà del Centocchio

In relazione alle proprietà e dei suoi vantaggi del Centocchio esistono alcune ricerche, anche se le sue reali proprietà sono ancora oggetto di studio. Viene utilizzato come rimedio naturale per infiammazioni, ma anche per il riequilibrio intestinale.

Al suo interno possiamo trovare le saponine, sostanze nutritive molto preziose per la salute, i cui effetti si rivelano positivi contro infiammazioni e per il sostegno del sistema immunitario. Il centocchio è inoltre completamente edile, con quasi tutte le parti dell’erba completamente commestibili, come steli, foglie, fiori ma anche i baccelli e i suoi semi.

1. Utile per la pelle

Il centocchio è un astringente naturale, ed è stato utilizzato con successo nel corso dei secoli. La sua azione è particolarmente utile per la pelle contro infiammazioni e distrazione. In effetti può essere usato in molti modi, applicando balsami derivati dal centocchio o con impacchi sulla pelle irritata.

Le saponine steroidee presenti nella pianta inoltre formano una schiuma a contatto con l’acqua, rendendole quasi un vero e proprio detergente naturale.   Queste saponine permettono di migliorare la permeabilità di alcune membrane del corpo, aiutando a lenire il gonfiore (1).

2. Come rimedio omeopatico

In forma omeopatica, i membri della famiglia della stellaria sono molto popolari, sia in forma tradizionale che moderna. Da lungo tempo sono infatti suggerite per una serie di problemi legati al dolore come ad esempio sindromi premestruali, problemi respiratori e digestivi.

In effetti l’effetto espettorante del centocchio, ovvero quello di aiutare a eliminare il muco in eccesso è stato dimostrato scientificamente.

3. Promuove la diuresi

Il centocchio viene anche consigliato per la sua azione diuretica, in grado di dare sostegno ad i reni e alla vescica. È anche ritenuto come possa aiutare a combattere le infezioni della vescica o problemi annessi ad i reni, andando a contrastare le ritenzioni di liquidi. Purtroppo non esistono ancora solidi studi a tale riguardo.

4. Ricco di antiossidanti e vitamine

Nel centocchio possiamo trovare vari micronutrienti come vitamina A, C ma anche vitamine del Gruppo B come niacina, riboflavina e tiamina. Anche la presenza di Sali minerali è abbastanza varia con quantità non ignorabili di magnesio, ferro, calcio e zinco. Presenta inoltre una discreta quantità di proteine offrendo inoltre fibre.

Ciò che più interessante sul centocchio è il profilo nutrizionale degli antiossidanti, infatti è stato scientificamente dimostrato come le sostanze presenti in questa erba siano in grado di combattere i radicali liberi:

  • Fitosteroli
  • Tocoferoli
  • Saponine triterpeniche
  • Cumarine
  • Flavonoidi

Inoltre Poiché il centocchio offre fonti considerevoli di vitamina C e zinco è indubbiamente utile per il sistema immunitario, la principale difesa che il nostro corpo impiega per proteggerci da germi e malattie.

Inoltre, favorisce lo sviluppo e il sostegno delle ossa grazie al suo apporto di calcio e magnesio, così come la salute della pelle grazie all’apporto di antiossidanti come la vitamina C e la vitamina A insieme allo zinco.

5. Sostiene l’intestino e favorisce la digestione

Grazie al suo alto profilo nutrizionale il centocchio è utile sia per reni e intestino. Ciò che però è molto importante è che l’aggiunta di cibi verdi nella nostra dieta è utile all’intestino, avendo dell’intestino avendo effetti prebiotici che “nutrono” i batteri probiotici utili al nostro corpo.

Facilitando la lotta allo stress ossidativo si va anche a facilitare l’assorbimento di nutrienti ma anche l’eliminazione delle tossine che si accumulano nel nostro corpo.

Alcuni usi del centocchio sono per la prevenzione della stitichezza e il gonfiore allo stomaco. Grazie al suo contenuto di fibre, da un senso di pienezza ed aiuta così a regolare l’appetito e la regolarità intestinale.

Come usare il centocchio e la coltivazione

Il centocchio è una pianta molto facile da coltivare e necessita solo di un clima temperato quindi potete piantarla in un vaso o nel vostro giardino tranquillamente. La vita media della pianta è di sei settimane, e la germogliazione è piuttosto veloce.

Una volta maturi, tagliate gli steli vicino alla base delle foglie e rimuovete le foglie appassite o marroni.

Conservate le verdure a temperatura ambiente con gli steli posti in una tazza con acqua, e idealmente usatele entro un giorno circa dal taglio.

Come preparare la crema al centocchio fai da te

  1. Prendete il vostro centocchio, potete utilizzare sia i fiori che gli steli o le foglie e lasciateli asciugare in un cestino sul vostro balcone per circa due giorni.
  2. Tritate le piante in modo molto fine e copritele con olio extravergine di oliva in una padella, riscaldandola molto bassa.
  3. Lasciate riposare il composto ottenuto, per alcuni giorni a temperatura ambiente, poi filtrate con un panno di mussola e conservate in un barattolo di vetro in un luogo fresco e buio.
  4. Utilizzare l’olio sulla pelle per un anno al massimo.

Come preparare la tisana al centocchio

  1. Per fare il tè di ceci fatto in casa, asciugare prima le piante per uno o due giorni. Usate circa un cucchiaio per ogni tazza di acqua calda.
  2. Immergere le piante nell’ acqua molto calda (non bollente) per circa 10-15 minuti prima di filtrare.
  3. Si consiglia di bere al massimo due o tre tazze al giorno per diverse settimane.

Come usare il centocchio in cucina

In cucina possiamo utilizzare il centocchio in modo molto facile, sia cotto che crudo e con altre verdure e germogli. È facile da preparare e non richiede particolare cura. Ecco alcune idee su come utilizzare questa erba in cucina.

  • Come insalata, con spinaci o cavoli
  • In forma di guarnimento in secondi piatti oppure in panini.
  • All’interno di frullati, ma lo possiamo mettere anche nel pesto.
  • Divertivi, e provatelo ovunque potete, in sughi, zuppe ma anche in stufati.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Come con tutte le cose, anche con il centocchio serve moderazione. Non è velenoso e in quantità moderate può essere consumato tranquillamente, anche l’uso topico sulla pelle non presenta particolarie avvertenze.

Uno dei principali vantaggi di questa erba è che viene solitamente trovata in natura ed è solitamente priva di pesticidi. Detto questo, attenzione a non consumare quantità estreme di centocchio perché può creare problemi digestivi e non solo.

Un consumo eccessivo di centocchio può causare:

  • Vomito
  • Diarrea
  • Gas e crampi
  • Aumento della minzione

Devono prestare attenzione anche le persone che non sono abituate a mangiare verdure perché se esagerano possono sperimentare alcuni disturbi, il consiglio è quello di iniziare a consumarlo gradualmente.

In gravidanza e in allettamento il consumo è proibito. Fate attenzione inoltre che il consumo eccessivo di verdure fresche che contengono saponine può rivelarsi fastidioso per alcune persone, ma la cottura riduce molto la quantità di saponine.

Chi utilizza la tisana di centocchio molte volte al giorno per diverse settimane, dovrebbe fare una pausa per una o due settimane, in caso di uso prolungato a lungo termine se si sviluppano problemi renali o alla vescica è il caso di consultare il vostro medico. Per concludere, utilizzate il centocchio in moderazione.

Naturopata Alessandro Di Coste
Autore

Fondatore del portale Naturopataonline. Naturopata, Posturologo, Consulente nutrizionale.