L’astragalo è una pianta della famiglia delle Leguminose originaria dell’estremo oriente e della Cina, condivide il suo nome anche con un osso del piede, l’astragalo, probabilmente per la forma dei fiori, che ricordano il tallone umano.

Le sue radici sono ancora oggi utilizzate all’interno della Medicina Tradizionale Cinese, come sostegno per il sistema immunitario e contro lo stress.  La pianta ha una fioritura perenne, chiamata anche radice di milkvetch e Huang-qi.

Cos’è l’Astragalo?

Quando arriva la brutta stagione l’Astragalo rappresenta una delle piante più indicate per rinforzare le difese immunitarie e sostenere il nostro corpo nella prevenzione del raffreddore e dell’influenza.

L’astragalo, la parte utile è composta dalle radici ed è utile sotto diversi aspetti. Sono state confermate le proprietà immunostimolanti come sostegno nella prevenzione di alcune malattie infettive, soprattutto di natura virale come, raffreddore e sindromi influenzali.

In particolare stimola il sistema immunitario, rafforzando i naturali meccanismi di difesa dell’organismo, nei confronti di infezioni.  Infatti è grazie alla presenza dei suoi principi attivi che alla pianta sono attribuite azione immunostimolante e antivirale verso i virus che causano le più comuni malattie da raffreddamento (raffreddore, tosse, febbre).

Nel complesso l’astragalo infatti è in grado di contrastare l’atrofia di organi quali milza, timo e linfonodi intestinali e di favorire la capacità fagocitaria e la trasformazione dei linfociti T.

6 benefici dell’astragalo

Ci sono molte ragioni per utilizzare l’astragalo grazie anche alla sempre più crescente documentazione scientifica in merito ad i suoi benefici. Infatti grazie alle sostanze contenute nella radice di questa pianta è possibile sfruttare al meglio il contenuto di saponine e flavonoidi per abbassare il colesterolo e proteggersi anche dallo stress ossidativo.

I vantaggi dell’astragalo sono diversi, andiamo a scoprire esattamente quali.

1.Protegge il sistema cardiovascolare

Nell’astragalo sono presenti antiossidanti sotto forma di flavonidi in grado di prevenire l’ostruzione delle arterie e il restringimento dei vasi sanguigni. Infatti è stato evidenziato come l’estratto di astragalo in combinazione con trattamenti normali abbia portato a risultati positivi in situazioni infiammatorie.

È stato anche osservato come questa erba sia in grado di lenire l’impatto causato da alti livelli di trigliceridi, che in alcuni casi possono incrementare il rischio di sviluppare complicazioni cardiovascolari come ad esempio l’infarto.

2. Possiede proprietà antivirali

L’astragalo è anche conosciuto come uno dei rimedi naturali più comuni per il raffreddore. In combinazione con altre erbe come ginseng e la liquirizia può rivelarsi particolarmente utile. Naturalmente la reale efficacia si trova nella prevenzione di questi stati, e utilizzare l’astragalo durante i mesi più freddi può sostenere il corpo e aiutarlo a non incorrere così facilmente in malattie di tipo respiratorio tipiche di quelle stagioni.

3. Come tonificante contro lo stress

Le proprietà dell’astragalo sono sfruttate sin dai tempi antichi in Medicina Occidentale; ed anche nella Medicina Tradizionale Cinese. Questa antichissima tradizione medica lo utilizza da sempre, per la sua azione tonificante, in grado di innalzare la soglia della resistenza ai fattori di stress, aumentando l’energia; accelerare il metabolismo, e promuovere la riparazione dei tessuti.

Tuttavia l’uso tradizionale cinese della pianta è rivolto alla stimolazione del Qi di milza e polmoni, ossia di quegli organi (insieme ai reni), alla base dei flussi energetici dell’organismo e quindi delle energie difensive e dell’immunità.
Associando l’Astragalo ad altre piante immunostimolanti, come l’Echinacea e l’Acerola, si avrà un’azione sinergica che favorirà le difese dell’organismo in maniera completa.

4. Favorisce la rigenerazione

Un altro dato molto interessante su questa pianta è indubbiamente relativo alla rigenerazione cellulare. Anche se ancora precoci gli studi in questo campo è stato segnalato come grazie alle sue proprietà antinfiammatorie l’astragalo è stato ricondotto a una migliore guarigione dalle ferite.

Questo principio è ereditario della Medicina Tradizionale Cinese, che vede questa radice utile per la rigenerazione di organi e tessuti. A sostegno di questa tesi vi è una ricerca dell’Istituto di Farmaceutica dell’Università di Zhejiang che ha evidenziato come trattamenti di ferite con il principio attivo dell’astragalo abbia influito positivamente sulla veggenza.

5. Utile per la respirazione

In passato l’astragalo è già stato utilizzato come supporto in casi di asma e difficoltà respiratorie. Alcuni studi in effetti evidenziato come le sostanze presenti in questa radice sia in grado di attenuare l’ipersensibilità delle vie aere e in conseguenza diminuire la produzione del muco.

6. Possiede proprietà utili per il fegato

Grazie al contenuto di saponine, presente nel fitocomplesso, conferisce alla pianta azione epatoprotettiva, in quanto la sua assunzione protegge il fegato dai danni provocati da sostanze chimiche o tossiche; stimola la rigenerazione degli epatociti; e aiuta a fluidificare il sangue, riattivando così le funzioni inibite dagli steroidi (ormoni steroidei e colesterolo).

L’astragalo possiede anche proprietà adattogene, ovvero ci permette di rispondere bene e con adattabilità agli stimoli stressanti intorno a noi, perché abbassa il consumo di ossigeno nei mitocondri; sostiene la tolleranza dell’organismo allo stress; e aumenta la crescita, il metabolismo e la longevità delle cellule.

Per queste ragioni è indicata per contrastare periodi di stanchezza, affaticamento, astenia e nelle convalescenze (soprattutto dopo trattamenti antibiotici), per aumentare la performance di apprendimento e memoria, e migliorare la durata del sonno per i suoi effetti rilassanti.

Integrazione

Possiamo trovare l’astragalo in molte forme, dall’estratto, sino alla radice vera e propria. Viene utilizzato in molte integrazioni e combinazioni con altre erbe adattogene, ma anche più semplicemente sotto forma di tisana.

Per il sostegno del sistema immunitario è una tra le erbe più utili, specialmente in combinazione con echinacea e i funghi Shiitake.  Fortunatamente Defendium, un integratore ideato per il sostegno del sistema immunitario contiene già tutti questi componenti.

Al suo interno possiamo trovare anche micronutrienti essenziali per il nostro fisico come zinco, vitamina C, D, B12 e B6. Ciò che rende Defendium così efficace è l’innata capacità degli zuccheri presenti nei suoi componenti vegetali di supportare l’attività dei macrofagi e delle cellule dendritiche, stimolando la fagocitosi e conseguentemente l’attività dei linfociti.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti visitate questo indirizzo.

Controindicazioni ed effetti collaterali

L’utilizzo dell’astragalo è fondamentale sicuro quando assunto da solo. Bisogna però fare attenzioni a possibili conflitti con altre erbe, per cui bisogna non sovrapporre l’integrazione e iniziare con piccole dosi.

L’uso in gravidanza e allattamento è proibito, mentre invece tutte le persone che soffrono di malattie di tipo autoimmune devono imperativamente consultare il loro medico curante prima dell’utilizzo, poiché l’astragalo influisce sul sistema immunitario.

Anche chi soffre di carenza di litio non deve introdurre l’astragalo in quanto grazie alle sue proprietà diuretiche e purificanti può portare ad un ulteriore carenza di questo minerale.

Naturopata Alessandro Di Coste
Autore

Fondatore del portale Naturopataonline. Naturopata, Posturologo, Consulente nutrizionale.