La guarigione dipende dalla rimozione di tutto ciò che ci separa dalla verità

Reshad Feild ( The Invisible Way)

Considerando l’essere umano da un punto di vista olistico, la medicina naturale si approccia ai disturbi organici, ai sintomi, alle disarmonie del corpo e della psiche da un punto di vista psicosomatico, ricercando le cause aldilà dell’apparente sintomatologia immediata.

L’Esogetica, e in particolare la Cromopuntura attraverso tecniche basate sull’applicazione di luce e colore induce nell’organismo una serie di reazioni che determinano l’insorgere di prese di coscienza e rimozione di blocchi energetici stimolati tramite l’informazione trasmessa dalle vibrazioni luminose e cromatiche.

In particolare, i colori anima spirito hanno il “mandato” di aiutare la persona a superare i conflitti psicologici, i traumi, le paure, i dolori che riposti nell’inconscio hanno potuto determinare la causa, non manifesta, di tante patologie fisiche.

 In realtà, considerando l’uomo come un tutt’uno, nel senso olistico di corpo-mente-anima, tutti i trattamenti esogetici si fondano su questo assioma. Tuttavia, ci sono dei protocolli, generalmente suddivisi in tre grandi blocchi (endocrino-linfatico-degenerativo), che hanno una missione più legata al sintomo, nel senso che da esso (interpretato sempre in senso olistico) si parte per riequilibrare delle problematiche del sistema neuro-vegetativo e funzionale (endocrino), altre di tipo acuto infiammatorio ( linfatico) per arrivare a situazioni croniche e legate alla senescenza (degenerativo).

Queste grandi categorie, che spesso scivolano una nell’altra, vengono trattate in cromopuntura con i colori di base: rosso,arancio, giallo,verde,blu,viola.

  1. Ma come trattare conflitti irrisolti e situazioni di cui non si ha consapevolezza perché catapultati nell’inconscio dal nostro guardiano interiore?
  2. Come la luce e il colore possono influire su questi ricordi così delicati e accedere alle aree nascoste della nostra psiche?
  3. Perché la luce può essere considerata come un potente mezzo di trattamento nel supportare processi di terapie psicologiche?

La psicologa americana Manohar Croke nel suo libro “ Energy – Psychology using Light and Color”  dà una sua spiegazione di settore sull’applicazione dei trattamenti con i colori anima spirito su pazienti affetti da varie patologie psicologiche  partendo da alcuni concetti elaborati da P.Mandel

  • i raggi della luce costantemente interagiscono con il sistema organico comunicando informazioni che dirigono e danno la vita. La luce, continuamente conferisce informazioni vitali che influenzano la nostra salute e il nostro benessere a tutti i livelli. Essa ha anche quella misteriosa e unica capacità di riattivare il flusso della nostra informazione interiore quando questa diventa bloccata o soppressa.
  • Il concetto di informazione come sistema di segni che coinvolgono processi interni involontari (es cambiamenti nelle espressioni facciali). L’informazione, in altre parole può arrivare tramite diversi tipi di segnali o segni che hanno la capacità di influenzare un sistema dinamico.
  • La luce viaggia attraverso il nostro universo e dentro i nostri corpi portando dei messaggi che influenzano fisicamente, psicologicamente e spiritualmente.

L’influenza della luce a livello del Corpo

Gli studi di Mandel e Fritz Alper t Popp, hanno dimostrato e misurato la presenza dell’emissione luminosa delle cellule che corrisponde alla misura di luce emessa da una candela a circa 20 km di distanza. Altri fisici hanno definito “ emissione fotonica ultradebole” questa misurazione.

Ma ciò che è rilevante è che le emissioni luminose delle cellule sono responsabili delle loro comunicazioni sottili. Il colore inoltre trasmette informazioni differenti in base alla lunghezza d’onda dello spettro elettromagnetico a cui appartiene. La luce colorata ha la capacità unica di comunicare messaggi molto complessi, in relazione a quale colore viene applicato e alla sua sequenza in ogni trattamento. P Mandel definisce l’informazione come un “essere in sé , una struttura che non ha spazio e  o tempo, che proviene da una dimensione altra”.

Le cure psicologiche si occupano di promuovere il salutare flusso di informazioni dai loro pazienti.  Gli psicoterapisti cercano di far emergere dai loro pazienti negazioni e dissociazioni, per rassembrare l’accurata, se dolorosa, verità circa le loro storie d’infanzia o delle loro circostanze di vita, e successivamente di integrare e dare un nuovo significato a questa informazione. 

Nel percorso, viene dato ai pazienti “uno spazio sicuro” dove possono reinterpretare le informazioni “non digerite” riguardo quegli stessi eventi non risolti. Tramite questo processo, spesso quasi magicamente, i pazienti sono in grado di recuperare l’informazione autentica su ciò che sono e diventare più sicuri di sé stessi.

La luce (tramite la sua correlazione con zone particolari del cervello come ipotalamo, ghiandola pituitaria e pineale), in questo contesto, ha la capacità di attivare e restaurare il flusso dell’informazione subconscia repressa o a lungo nascosta e di fungere come un ponte fra il mondo oggettivo e le dimensioni oltre lo spazio e il tempo, facendo riaffiorare, senza necessità di mediazioni verbali, le informazioni sepolte, inducendo una presa di coscienza meno traumatica che porta semplicemente ad un cambio di attitudine verso la causa che aveva generato il trauma o conflitto.

Quali sono i colori anima-spirito e qual è la loro funzione?

Peter Mandel, elaborò i colori anima-spirito per dei trattamenti che vanno ad agire sugli aspetti inconsci della psiche e sui conflitti e le ferite interiori irrisolte che secondo le leggi biologiche di Hamer possono essere la causa di malattie degenerative e tumori.

Ma come può essere possibile risolvere i vecchi conflitti, quelli cioè che provocano la malattia ed allo stesso tempo fornire l’impulso a trarre un insegnamento, a riconoscerli e a risolverli immediatamente?

L’impegno  di  Peter Mandel per dare risposta a questa domanda  è stato quello di trovare il modo di modificare le impronte che ci hanno segnato durante la vita intrauterina, l’infanzia, la pubertà e che, in forme diverse, continuano a influenzarci per tutta la vita.

Analizziamo nei dettagli la loro funzione

Lo strumento per modificare le impronte sono i quattro colori “dello spirito e dell’anima” studiati per stimolare i livelli più profondi della coscienza

Turchese chiaro: è l’ascensore verso il subconscio, colore dell’anima in quanto ha la capacità di arrivare alle questioni psicologiche, promuovendo lo scambio di informazione fra spirito, anima e corpo. 

Il turchese scuro mette in relazione la psiche con il corpo, mentre il turchese chiaro collega la psiche con lo spirito.

Gli effetti psicologici sono generalmente un senso di calma, piacere e felicità, una respirazione profonda e un senso di maggiore chiarezza mentale derivante dallo scioglimento delle pressioni subconscie.

Verde Luce: rappresenta la sicurezza e la pace infinita, è il colore della divinità pura che non cerca riconoscimenti

Induce bontà d’animo incondizionata, permanente, che non chiede nulla in cambio.

Tramite questo colore ha luogo un’ascesa dall’istintivo verde terrestre al puro giallo verde.

Colore di trasformazione dei bassi istinti animali in elevata coscienza spirituale, rappresenta l’evoluzione del più alto principio femminino.

La parte destra del corpo corrisponde al verde luce

Porpora: produce un’impressione di serietà ma anche di leggiadria e grazia.

Rappresenta la pura natura umana, il potere ma anche la trasparenza della più elevata forma di cristallizzazione

Colore complementare al verde luce, indica l’essere interiore assoluto che è in relazione con il programma della vita.

Nel porpora hanno luogo le reazioni agli influssi esterni, che però in ogni momento sono interiormente in accordo con il nucleo più profondo dell’essere, ha il potere di allineare le nostre reazioni alle influenze esterne con la volontà interiore e la guida che presiede al nostro programma di vita animico-spirituale

Rosa: colore del “nucleo spirituale” che può aiutare a trovare un nuovo slancio nel momento di un nuovo inizio.

Infonde un amore particolare per la natura umana e reca in sé il segreto dell’elevazione. Il rosa contiene la vibrazione dell’amore incondizionato e, con essa, il segreto dell’evoluzione spirituale.

I colori anima spirito: oltre l’intelletto

I quattro colori dell’anima e dello spirito agiscono nel subconscio, dando una spinta verso la totalità. La guarigione avviene attraverso l’espansione della coscienza, a un livello superiore a quello dell’intelletto, al di là della mente finita.

Correlati a questi colori vi sono tutta una serie di trattamenti che agiscono nel profondo, dietro le apparenti manifestazioni di sintomi legati a conflitti, lutti, traumi irrisolti.

Alcuni di essi vengono effettuati nelle zone riflesse del cranio (conflitti) altre nel viso (ellissi del dolore) e altre nei piedi (trattamento del bardo o del karma). Spesso le reazioni inducono a cambiamenti esistenziali e ad un senso di liberazione proveniente dalla parte più innocente del nostro essere che riacquisisce la capacità di sognare e di credere in sé stessa.

Naturopata Caterina Mucci
Autore

Docente di Lingua Inglese e Spagnola consegue il Diploma in Naturopatia, ha inoltre approfondito l’analisi e la conoscenza della tecnologia di indagine secondo la tecnica GDV tramite lo strumento “Bio-Well” con due corsi di 1 e 2 livello di cui l’ultimo sulla lettura psico-emozionale del campo energetico conseguito con la Presidente dell’Associazione Olistica “Metamorphosis Holistic Center” sita in Gioia Tauro (RC),