L’anima dal greco anemos (soffio, vento, respiro) come significato è presente in tutti i popoli del mondo.

Per i cinesi è il QI ( Essenza, Energia Vitale ), per gli indiani d’America è SPIRITO di MANITOU, per gli induisti è DOSHA (Soffio di Vita ), comunque è comune il significato: esso è “soffio vitale”.

Alla luce delle recenti scoperte si è scoperto poi che il nostro corpo è Energia direttamente connessa al mondo che ci circonda.

Siamo circondati da “nano-particelle” che interagiscono con gli atomi di ossigeno che ci circondano e che sono in noi, nel nostro organismo. La scissione molecolare determina l’Energia che favorisce la Vita.. Tutto è Vita e Vita è  l’ENERGIA COSMICA.

Lavoisier disse che: “ … in natura nulla si distrugge, tutto si trasforma…”. Niente di più profetico.

Nel linguaggio comune poi questa parola definisce tanti stati psico-emozionali: “ in quel lavoro ci ho messo l’anima…”, “..egli è l’anima del gruppo…”, “…ha rimesso l’anima a Dio…”, “…forza mettici un po’ d’anima…”, “.. dai, anima il tuo cuore alla speranza…”. In questi modi di dire conveniamo che la parola “anima” ha il significato di “forza”, di “vitalità”.

Osservando il comportamento delle persone quando devono incominciare o un discorso o un lavoro, qualunque cosa, queste fanno un respiro che, a secondo di quello che devono fare, può essere profondo o accelerato.

È nel respiro che introduciamo l’ “imput” alla vita. E quando questo respiro è sereno, rilassato tutto il nostro essere risulta bio-energeticamente sereno.

Queste sensazioni le percepiamo quando, lontani dal frastuono cittadino, ci immergiamo nella natura: in campagna, al mare, nei boschi. Allora il nostro respiro si uniforma a ciò che ci circonda è tranquillo, rilassato, profondo.

Il respiro è regolare come regolare è il battito cardiaco, le gambe sembrano più leggere, gli occhi più attenti e l’olfatto percepisce gli odori ed i profumi e le orecchie i suoni armonici che ci circondano tutt’attorno. Questo benessere lo viviamo quando ci troviamo immersi nella natura.

È possibile ricreare questo benessere nel nostro quotidiano vivere?

Penso proprio di sì. Per riuscirci dobbiamo gradualmente educarci a usare bene il nostro “respiro”.

È necessario entrare in sintonia con la nostra “anima“, essa è parte del tutto che ci circonda.

Noi scegliamo i colori delle pareti di casa, i mobili, il letto, l’arredamento tutto secondo i nostri gusti per soddisfare il nostro piacere di avere ciò che ci piace.

Ebbene noi possiamo utilizzare questi strumenti per ricreare il nostro “star bene”. Circondiamoci solo di ciò che ci piace. Il nostro sistema limbico è capace di registrare le nostre emozioni.

La sera mettendoci a letto guardiamoci intorno, guardiamo ciò che abbiamo scelto con attenzione. Poi distendiamoci sul letto, spegniamo la luce e, chiudendo gli occhi, allunghiamo le braccia lungo i fianchi ed incominciamo ad utilizzare il “respiro profondo”

Il “respiro profondo” consiste nell’inspirare quanto è più possibile e trattenere il fiato il doppio del tempo della inspirazione, quindi si deve espirare lentamente, fatto ciò dobbiamo ripetere questo esercizio per sette volte. Fatto questo portiamo le mani sul plesso solare e continuiamo a fare l’esercizio di respirazione accompagnando questa con il muovere i piedi lentamente dalla posizione centrale e dritta a quella divergente laterale di entrambi i piedi, questo movimento dei piedi deve essere lento e uniforme.

Quando avremo la sensazione che le gambe siano fresche come se fossero lambite dall’acqua, come avviene al mare quando, stando seduti sulla battigia le piccole onde ci lambiscono i piedi e le gambe, allora quello è il segnale che l’ENERGIA è in noi ed intorno a noi in perfetta armonia.

E qualora volessimo vedere con gli occhi della mente un luogo a noi caro, ebbene si potrà avere la sensazione di trovarsi proprio lì, e focalizzando lo sguardo, potremo, grazie al sistema limbico, vedere ogni particolare della nostra visione con colori, particolari così vivi come se fossero davanti ai nostri occhi.

Questo è il potere della nostra anima(respiro) della nostra ENERGIA VITALE.

Antonio Vincenzo Murru
Autore

Antonio Vincenzo Murru è nato a Carbonia (CI) l’8 dicembre 1947. Nel ‘58 si trasferisce a Roma. Ha studiato a Roma, Latina, Firenze, Milano, San Marino, Jinan-Shandong (Cina) . Ha svolto diversi lavori: agente di commercio, informatore scientifico, docente di Riflessologia e PNL, con il Prof. Jin Yang Gong ha realizzato la M.A.C. ( Moderna Agopuntura Cinese ). Dipinge ed è citato nella raccolta “Arte in Sardegna” e “Guida agli artisti sardi contemporanei “.