L’uomo è un Diapason, che emana le sue onde nello spazio senza fine. Le sue vibrazioni sono la Vita, nelle sue manifestazioni fisiche astrali e mentali. L’asse del corpo è l’anima, incorruttibile e immortale.

Bisogna far vibrare l’anima, perché apprezzi il suo movimento, la sua vibrazione. Perché si compiaccia di quel movimento e di quella vibrazione. Perché non si rammarichi di quel movimento e di quella vibrazione.

( M Krejis)

Dagli studi sull’omeopatia ai nuovi paradigmi della fisica quantistica vengono affrontati grandi temi concernenti le nuove dimensioni della materia correlate alle strutture olografiche e informazionali.

Si fa riferimento ai concetti della “memoria dell’acqua”, della coerenza, della super radianza… riconnettendo le nuove scoperte scientifiche relative all’omeopatia, da Benviste ai cristalli di Masaru Emoto, fino a sistemi di trasferimento di vibrazioni terapeutiche come il TFF di Massimo Citro.

Ciò di cui si sottolinea l’esistenza è la presenza di una energia che può essere trasmessa mediante l’elettromagnetismo, la coerenza, il calore, le onde vibrazionali…e che influenza la struttura della materia fino a mutarne la natura e renderla in risonanza al principio di coerenza con il quale è stata trattata.

Aldilà dei bellissimi cristalli di acqua analizzati e illustrati da Emoto che dimostrano la plasmabilità dell’acqua ad emozioni positive e amorevoli appare di grande rilevanza l’ipotesi di un nuovo farmaco che contiene solo a livello informativo il principio attivo che ne determina l’applicazione sulla struttura implicita della materia.  (Massimo Citro,Masaru Emoto. La Scienza dell’Invisibile)

I concetti di magnetismo, oscillazione, dinamizzazione, informazione vibrazionale, campo collettivo, spirito di gruppo influenzato da coerenti oscillazioni plasmanti la materia, divengono argomenti affini al terapeuta moderno che sente echeggiare in sé gli antichi ritornelli dei grandi alchimisti del passato, costretti a nascondere nel loro linguaggio cifrato verità che oggi sembrano ritornare alla luce nella loro applicazione pratica. Concetti che chiariscono tanti dubbi e aiutano ad accostarsi a letture antiche con consapevolezze nuove, ricomponendo il puzzle della nostra conoscenza in continuo aggiornamento.

Lo stato di coerenza

Nella fisica quantistica un sistema è stabile quando raggiunge lo “stato di minima energia” fluttuando in modo da disperdere all’esterno ogni eccesso di energia. Come dire che il sistema si pulisce da solo del sovrappiù energetico. Lo stato di minima energia è come quando un auto raggiunge la velocità di minor consumo e di migliore stabilità.

La chiave è nell’interazione tra campo e materia. “ Oggi alcuni fisici – scrive Preparata – cominciano davvero a pensare che le particelle fondamentali scaturiscano dal campo”. E’ talmente importante il campo che si comincia a pensare all’opposto: il campo non sarebbe soltanto generato dalle particelle, ma le particelle stesse prenderebbero origine dal campo.

Nella fisica quantistica le particelle oscillano senza sosta, ognuna per conto suo in modo apparentemente disordinato. Le molecole d’acqua vibrano per loro stessa natura come se ballassero la disco dance in discoteca, una qua, l’altra là, ciascuna a suo modi. Ecco che all’improvviso la musica si interrompe e gli altoparlanti diffondono un balletto classico. A quel punto, è come se le molecole si prendessero sotto braccio per danzare tutte insieme come un solo corpo di ballo: si sono messe a oscillare in fase.

Significa che, se prima le molecole d’acqua vibravano ognuna per conto proprio, adesso oscillano tutte allo stesso ritmo, come un’unica molecola. Lo stato di minima energia è diventato coerente: molecole e campi oscillano in fase tra loro.  Arrivando a interagire col proprio campo elettromagnetico, la materia può raggiungere livelli elevati di coerenza. ( coerente significa “altamente ordinato”, differenza di fase costante, energia di sistema che alimenta un moto collettivo).

Le zone dove le molecole oscillano in modo coerente si chiamano domini di coerenza e permettono all’acqua di registrare informazioni e “imitare” qualsiasi cosa. Sono forze a lungo raggio prodotte dall’oscillazione dei campi magnetici; mentre quelle a breve raggio sono determinate solo dai legami chimici.

Sembrerebbe questo il segreto della “memoria dell’acqua”: la coerenza del suo stato fondamentale di minima energia che le consente di veicolare le informazioni…

Il cervello del cuore

Ma ancora a parlarci di coerenza e oscillazione è una scienziata francese Annie Marquier, che nel libro “Il Cervello del Cuore” ci spiega come ogni sistema oscillatorio quando raggiunge il principio di coerenza influenza tutte le parti rendendole risonanti. E il nostro corpo è un grande sistema oscillatorio, nel quale il cuore è l’oscillatore principale, quello che può influenzare tutti gli altri… oltre al fatto che siamo costituiti per l’80 per cento di acqua…

Secondo il principio di sincronicità e risonanza  in ogni sistema oscillatorio, sia materiale che biologico, il sistema funziona al massimo delle sue capacità e con il minimo dispendio di energia quando tutte le sue parti sono sincrone. Questo stato di coerenza perfetta tra esse fa sì che il sistema dia il massimo rendimento.

Ora questo principio si applica direttamente al nostro organismo. Infatti, il corpo fisico, attraverso i cristalli liquidi e tutti gli elementi che lo compongono, è un grande oscillatore biologico, e il cuore, è fra gli elementi del corpo l’oscillatore biologico più potente.

Secondo il principio di risonanza, quando tutto il nostro organismo entra in risonanza sincrona con l’oscillatore più importante (cioè il cuore), creiamo naturalmente uno stato di coerenza biologica perfetta, che dovrebbe ottimizzare il nostro funzionamento umano ad ogni livello.

Quando il cuore, oscillatore principale ( quindi il diapason), è in grado di imporre il suo ritmo, tutti gli altri sistemi oscillatori del corpo, a tutti i livelli (fisico, emozionale, mentale), sono automaticamente armonizzati fra loro dal ritmo principale. Tutte le funzioni specifiche vengono allora ottimizzate. Tale funzionamento porterebbe ad un corpo in piena salute, emozioni stabili e positive, potenti e generose, mente aperta sede di intelligenza superiore e eminentemente creativa. Anne Marquier, Il Cervello del Cuore

Se siamo sistemi oscillatori,siamo diapason e il cuore sede di una intelligenza intuitiva e superiore può influenzare con la sua coerente vibrazione ogni aspetto del sistema…fisico…mentale…emozionale, ne consegue che pratiche igienistiche, naturopatiche e di meditazione che hanno come scopo la risonanza di tutti i nostri sistemi fisiologici, emotivi e mentali sono la chiave per accordarci al nostro motore principale il cuore) in modo tale da riportare equilibrio e armonia e magari qualche grado di consapevolezza in più…

Naturopata Caterina Mucci
Autore

Docente di Lingua Inglese e Spagnola consegue il Diploma in Naturopatia, ha inoltre approfondito l’analisi e la conoscenza della tecnologia di indagine secondo la tecnica GDV tramite lo strumento “Bio-Well” con due corsi di 1 e 2 livello di cui l’ultimo sulla lettura psico-emozionale del campo energetico conseguito con la Presidente dell’Associazione Olistica “Metamorphosis Holistic Center” sita in Gioia Tauro (RC),