“L’uomo è venuto al mondo per essere felice, ha diritto alla felicità” Peter Mandel

In questa frase Peter Mandel, Naturopata e ricercatore tedesco, condensa tutta la filosofia del sistema curativo, da lui elaborato nel corso di quarant’anni di attività e di ricerca sugli effetti benefici dei colori sulla salute.

Egli ritiene che l’assenza di felicità e la difficoltà ad affrontare la vita con serenità determini la comparsa dei sintomi della malattia. Il colore cura perché arriva direttamente all’Anima, creando una connessione diretta con le condizioni di disagio che creano allontanamento dalla realtà, dagli obiettivi esistenziali.

Quando l’uomo perde il contatto con la fonte principale di gioia, compaiono frustrazione, stress e malattia.
La salute non può essere considerata come una semplice assenza di malattia, come qualcosa che si ristabilisce in pochi minuti grazie all’assunzione di un farmaco miracoloso, ma come il frutto di un rinnovamento personale, tramite la ricerca del benessere psicofisico.
Dalla sintesi fra antiche tradizioni terapeutiche e nuove scienze è derivato, un sistema curativo di “fasci di luce colorata”, denominato Cromopuntura.

La Cromopuntura

Agisce a livello profondo, sui disturbi della sfera emozionale, donando benessere attraverso una “informazione di salute”, e liberando dai blocchi energetici, causa di malattia.
Lo strumento che si utilizza in Cromopuntura per erogare la luce colorata è una penna con punta piramidale di cristallo di quarzo che emette i colori dello spettro dell’iride.
La penna si posiziona sulla pelle, sui punti dell’agopuntura, lungo i meridiani energetici principali della Medicina Tradizionale Cinese e su altre aree specifiche individuate da Mandel.
Tutti i nostri organi vibrano a una frequenza specifica alla quale corrisponde un’analoga frequenza di vibrazione dei sette colori dello spettro dell’iride.

Con la stimolazione cromatica, l’informazione “armonia” viene a sostituirsi all’informazione “dis-armonia”, consentendo il ripristino del regolare stato di vibrazione dell’organo sulle frequenze della salute.
Il benessere si registrerà sia sulla componente organica, (es. applicare il colore giallo su zone riflesse del fegato, contribuirà a ridurre le transaminasi e sparirà il giallo dagli occhi) sia sulla componente psichica (es. il fegato energeticamente in equilibrio è in grado di canalizzare meglio la collera elaborando lo stress).

Il trattamento con i colori si ricollega anche alla tradizione orientale del sistema dei Chakra

I Chakra (termine sanscrito che significa “ruota” o “disco” o “vortice energetico”) sono vortici di energia che si trovano in corrispondenza delle ghiandole endocrine e sembrano essere collegati con il Sistema nervoso parasimpatico e autonomo e con la regolazione degli ormoni.
Lo scorrimento dell’energia dipende dallo stato di equilibrio dei 7 Chakra.
Ciascun Chakra ha funzioni specifiche, è associato a particolari caratteristiche, colori, suoni e ha un’azione sia sul piano fisico che sul piano psichico e spirituale.

I Chakra sono localizzati lungo la spina dorsale dalla base al vertice del cranio.
Applicando il colore specifico associato a ciascun chakra si riequilibra la frequenza di vibrazione alterata.

 

Prof. Osvaldo Semprini
Autore

Docente di Riflessologie Plantare e Auricolare, Cromopuntura e Medicina Trad. Cinese per naturopatia presso alcune Scuole di Naturopatia e Centri Olistici.