L’uomo non è solo una semplice manifestazione di processi fisico-chimici e psicologici, ma è anche il risultato della relazione con ciò che lo circonda in terra ed in cielo. L’uomo deve essere considerato in un’ottica più ampia che lo vede un microcosmo nel macrocosmo. In questo modo si può veramente avere una visione olistica e completa dell’essere umano.

Non possiamo non tenere conto che l’azione delle forze cosmiche, dei pianeti e degli astri non abbiano un’influenza anche sui processi di sviluppo del corpo, della psiche sin dalla vita intrauterina alla senilità.

Osservando i fenomeni naturali, l’alternarsi del giorno e della notte, il ciclo delle stagioni e la vita stessa delle piante ed animali, si capì che erano influenzati dall’apparizione in cielo di certe costellazioni.

Si era osservato persino che il decorso di certe malattie o epidemie potevano essere causate da una posizione o moto dei pianeti. I disturbi e l’astrologia viaggiavano sempre insieme e di conseguenza piante e pianeti orbitavano nella stessa dimensione, quella della cura.

Lo scorrere della vita era scandito ed influenzato dalla danza e movimento dei corpi celesti. Prima della biologia e della chimica moderna la medicina si serviva solo di diagnosi e trattamenti terapeutici basati proprio sulla teoria che le costellazioni e i pianeti avessero un influsso particolare su tutte le cose esistenti: minerali, vegetali, animali e sull’uomo.

Secondo questa teoria ognuno dei 7 pianeti allora conosciuti, possedeva una qualità, una virtù specifica.  Attraverso dei segni era possibile riconoscere la corrispondenza terrestre di un corpo celeste. Era la Teoria delle Segnature. Questa teoria fu elaborata per individuare nella Natura queste relazioni ed anche i loro legami terapeutici.

Si osservava una pianta nel colore del suo fiore, la forma delle foglie, la forma del fiore etc. ed in base alle sue caratteristiche si risaliva alla qualità di un pianeta che era segnalato dal quel colore o da una forma specifica. Individuate quindi le qualità dei pianeti e le piante adatte e corrispondenti, potevano utilizzare le erbe come rimedi terapeutici per ristabilire e mantenere la salute non solo fisica ma anche con l’influsso benefico del pianeta stesso corrispondente.

La relazione di ogni pianeta con l’uomo, le piante e le loro qualità

 Le sostanze minerali, vegetali, animali non hanno solo l’influsso dei corpi celesti, della loro posizione e il moto ma possiedono anche le loro qualità che vengono applicate ai quattro elementi (acqua terra aria fuoco) e alle loro virtù (caldo/freddo, secco/umido) che le compongono.

Nel corpo umano gli influssi planetari governano organi specifici secondo cui ogni parte anatomica del corpo umano è in relazione ad un segno zodiacale e di conseguenza ad un pianeta. Questo legame è stato studiato ed espresso in un linguaggio simbolico dell’astrologia.

Esiste quindi di conseguenza anche una relazione tra i pianteti, i metalli e gli organi.

1. Sole

Il sole è in relazione con il CUORE dell’uomo, con la sua personalità e carattere. E’ l’espressione del principio maschile, generatore del ritmo vitale. Il suo elemento terrestre è il fuoco.

Le piante corrispondenti sono quelle con i fiori gialli (calendula iperico tarassaco) , che seguono la direzione del sole e con le foglie a forma di cuore . Nel corpo umano distribuisce calore e forza vitale ed è collegato all’organo Cuore, agli occhi e alle energie vitali.

2. Luna

La luna rappresenta l’anima. Oltre che influire con le sue fasi lunari le maree ed i cicli riproduttivi, agisce sul campo dell’ereditarietà, la riproduzione e fecondità. È l’espressione del principio femminile. Il suo elemento è l’acqua. Nell’uomo controlla tutte le funzioni elettrolitiche, il sistema linfatico (liquidi e umori) testa, cervelletto, cellule embrionali, lo stomaco ed il ciclo mestruale.

La qualità della Luna è fredda e umida. Le piante associate a questo astro sono quelle con piccoli fiori bianchi o giallo pallido(gelsomino), piante con foglie succose (salvia), foglie argentate o a forma di luna o piante che vivono in prossimità dell’acqua (ninfea). 

3. Marte

Marte rappresenta il valore, la disciplina, l’AZIONE, l’impulso, la forza. Influisce sui muscoli e la bile.  È l’espressione dell’energia finalizzata, lo sforzo la volontà. Porta caratteristiche come l’attività, l’aggressività, l’impulsività ed una forte sensualità.

Nel corpo influisce sulle difese immunitarie, sul sistema muscolare ed il sangue, sulla sessualità maschile, le arterie, le gambe e gli organi sessuali maschili. Il suo elemento non poteva che essere il fuoco. Piante che rappresentano l’energia di Marte sono quelle con spine o aculei (cardo mariano e rusco) o irritanti (ortica cipolla aglio).

4. Mercurio

Mercurio rappresenta il processo digestivo e la respirazione. È legato All’intelligenza, ad una mente brillante, alla comunicazione. È il principio della comunicazione. L’elemento che gli appartiene è l’Aria. Le sue caratteristiche sono l’eccitabilità, l’impulsività ed il nervosismo.

Nel corpo umano governa polmoni e sistema nervoso, arti superiori, la lingua e la bocca. Le Piante legate a Mercurio sono quelle con foglie pelose (verbasco), che ricordano le cellule cigliate delle mucose dei polmoni e che agiscono sul sistema nervoso (lavanda camomilla).

5. Giove

Giove rappresenta la saggezza ed agisce sul funzionamento e formazione del fegato. È il Principio della potenza e del comando, della vitalità espansiva, della crescita e della stabilità. Il suo elemento è l’aria. Ha come caratteristiche l’espansività, l’energia e l’elasticità. Nel corpo influisce nel fegato, nella circolazione arteriosa, elasticità dei tessuti, nutrizione e assimilazione. Le Piante che ricordano la forma del fegato o che agiscono beneficamente su di lui, con fiori blu (cicoria melissa) rappresentano Giove.

6. Venere

Venere rappresenta lo sviluppo personale e la femminilità, la bellezza, l’amore. Agisce sul funzionamento dei reni. Rappresenta la forza che attrae e genera. È l’energia femminile nel suo aspetto sensuale e affettivo. Ha come elemento l’aria. Ha come qualità la femminilità il nutrimento e la fertilità. Governa la circolazione venosa, il sistema endocrino, gli organi sessuali femminili, la pelle e regola gli ormoni femminili.  Le Piante come la rosa, la bardana e tutti gli alberi da frutto sono piante di Venere.

7. Saturno

Saturno è l’IO, l’individualità spirituale la profondità e solidità in senso ampio del termine (rappresenta due aspetti della stessa medaglia la vita e la morte). Influisce sulle parti più solide come lo scheletro, ma anche nella produzione del midollo e di conseguenza il sangue. Quindi la Milza è un organo fortemente influenzato da Saturno. Porta concentrazione, conservazione, distacco, solitudine ed introversione. L’elemento è la terra.

Le sue caratteristiche sono: freddezza, lentezza, pesantezza, austerità. Governa lo scheletro, i denti, le cartilagini e le articolazioni. Le Piante di Saturno sono quelle che agiscono sul sistema osteoarticolare (equiseto), che hanno una forma come la colonna vertebrale e quelle con bacche nere (ribes nigrum).

Ci sono poi, quattro aspetti costitutivi dell’uomo che non sono separati ma interagiscono tra di loro:

  • Corpo fisico o materiale, in relazione al regno minerale (si rispecchia in sé stesso)
  • Corpo eterico o vitale, in relazione al regno vegetale (sistema ghiandolare o linfatico)
  • Corpo astrale, che rappresenta la sfera dei sentimenti e delle emozioni, in relazione al regno animale (sistema nervoso)
  • Corpo spirituale o “Io”, che caratterizza l’originalità di ogni uomo (si riflette nel sangue umano)

L’uso delle piante per curare le malattie, tenendo conto delle corrispondenze tra piante, pianeti, organi e funzioni e la loro influenza sull’organismo umano in tutti i 4 i suoi corpi, è  come abbiamo visto antichissimo.

Nulla è cambiato dal quel sapere antico. La differenza sta nel fatto che abbiamo dimenticato chi siamo e che siamo in relazione al Tutto. Ci siamo dimenticati che siamo in relazione al macrocosmo. Ce ne ricordiamo solo in alcuni casi, come per esempio quando abbiamo la necessità di conoscere le maree o calcolare la data presunta dei parti seguendo la Luna.

Forse la Luna è l’unico corpo celeste che teniamo ancora in considerazione … almeno quello, dato che rappresenta la nostra ANIMA.

 

Naturopata Annalisa Frontini
Autore

Dal 2009 sono Naturopata diplomata presso la Scuola di Naturopatia dell’Istituto Riza di Medicina Psicosomatica.  Ho conseguito in seguito specializzazioni e relativi aggiornamenti riguardanti: Riflessologia Plantare Integrata, Digitopressione Dinamica, Alchimia e Spagiria , Astrospagyria,  Radionica , Cristalloterapia , Reiki e Naturopatia Infantile. La mia attività consiste in consulenze di naturopatia infantile e per adulti, con la possibilità di integrare, dove è necessario, con trattamenti utilizzando tecniche manuali di medicina naturale e/o di riequilibrio bioenergetico.