Olio essenziale di cedro: benefici per capelli, modi d’uso e proprietà terapeutiche

olio-essenziale-cedro-capelli-proprietà-benefici

L’olio essenziale di cedro è efficace in caso di acne, foruncolosi e pelle grassa, per la sua proprietà astringente.  Aiuta nei dolori reumatici per il suo potere antidolorifico ma anche per il raffreddore, perchè è espettorante e antisettico. Stimola la crescita del capello migliorando la circolazione del cuoio capelluto.

Olio essenziale di cedro: benefici per capelli, modi d’uso, proprietà terapeutiche e rimedi naturali

I benefici dell’olio essenziale di cedro:

  1. Psiche: favorisce l’autostima, apporta coraggio ed energia alleviando lo stress e gli stati d’ansia, agevola il cambiamento nei periodi dove cambiare è fisiologico e necessario. Se inalato, aiuta la nostra determinazione nel raggiungere un obiettivo rendendoci più stabili nelle decisioni prese. Secondo studi condotti dal dottor Terry Friedmann ha effetto calmante e antidepressivo sul sistema nervoso centrale, caratteristica che si nota in tutti gli oli ricavati dalle piante secolari. Dona forza, vigore e infonde saggezza e calma. Come tonico ha proprietà afrodisiache.
  2. Capelli: come anche altri oli essenziali è rubefacente, cioè richiama il sangue in superficie e, aumentando l’irrorazione sanguigna e il microcircolo, aumenta il trofismo fisiologico combattendo la caduta e mantenendo una capigliatura sana e nutrita. Ottimo per i capelli eccessivamente grassi o secchi.
  3. Dolori mestruali: in passato veniva utilizzato per regolare il ciclo mestruale, attenua nausea e crampi mestruali.
  4. Dolori articolari: ha effetto analgesico e antinfiammatorio  e agisce attenuando la sensazione dolorosa nelle forme artritiche.
  5. Favorisce la cicatrizzazione e disinfetta perchè antisettico,  proprietà che accomuna tutti gli oli essenziali.
  6. Per le sue proprietà astringenti e antisettiche è utilizzato come lenitivo per la pelle irritata, affetta da dermatiti ed eczemi, per i pori dilatati del viso e foruncoli. Una quantità eccessiva di quest’olio, tuttavia, può causare irritazione.
  7. Raffreddore e tosse: in inverno è ideale in caso di raffreddore, per liberare il naso chiuso,  aiuta l’espettorazione decongestionando l’apparato respiratorio, in caso di tosse.
  8. Repellente per gli insetti: sin dall’antichità veniva usato per costruire abitazioni, oltre che per il legname pregiato anche per l’aroma sprigionato che funzionava come repellente; inoltre funziona come calmante per il prurito causato dalle punture degli insetti.

Le origini e la storia dell’olio essenziale di cedro

Il cedro da cui si ottiene l’olio essenziale è uno degli alberi più importanti del Nord America , luogo d’origine. Juniperus Virginiana o Red Cedar cioè Cedro Rosso, appartiene alla famiglia delle Cupressaceae ed  è un albero alto fino a 30 metri con un legno rossastro, profumato, pregiato e di facile lavorazione, usato per fabbricare mobili, ma anche per le matite! Si distingue dal Cedrus Atlantica che è della famiglia delle Pinaceae e deve il suo nome alle montagne dell’Atlante che attraversano Marocco e Algeria; anche da questo cedro si ottiene un olio essenziale che, nonostante la distanza botanica, somiglia a quello del cedro rosso. La fonte principale di olio essenziale di “legno di cedro” è comunque il ginepro rosso della Virginia.
L’albero maestoso del cedro è simbolo di longevità e imponenza, il suo legno era considerato incorruttibile: “Le assi della nostra casa sono di cedro” significava preservare l’anima dalla corruzione. Il profumo prodotto dalle foglie è così intenso che se si cammina nelle vicinanze di un albero di cedro in una giornata ventilata, lo si può individuare dal profumo prima di vederlo. L’olio, estratto per distillazione in corrente di vapore dalla corteccia o segatura del cedro rosso, è stato forse il primo olio ad essere estratto: gli Egizi ne facevano uso per le pratiche di mummificazione, ma anche come cosmetico. Il tempio di Re Salomone fu edificato con i famosi cedri del Libano, oggi molto rari, e anche gli Indiani d’America lo conoscevano e lo consideravano sacro.  Lo bruciavano, inalandone i fumi, perchè liberava le cavità, rilassava la laringe e calmava l’anima. L’olio essenziale è un liquido  di colore giallo pallido-arancio, con un profumo  dolce e molto intenso, simile a quello della canfora con una nota legnosa, morbida e balsamica. Nota di base: profumo caldo e pesante con minor volatilità, ricavato dai legni, dalle resine e dalle spezie, con effetto tonificante e purificante che apporta benefici all’apparato respiratorio. Sul piano psichico apporta stabilità e forza.

Come usare l’olio essenziale di cedro: lista di modi d’uso pratici:

Tosse grassa e raffreddore: suffumigi con l’olio essenziale di cedro

In caso di tosse grassa e raffreddore: fare suffumigi con 3-4 gocce di olio essenziale in acqua bollente, in alternativa aggiungere 3 gocce ad un cucchiaio di olio di mandorle dolci, da stendere, con un lieve massaggio, sul petto, aiuta anche a liberare il naso.

Contrastare la caduta dei capelli, rimuovere la forfora e per rendere i capelli meno grassi

Per i capelli grassi ma anche per la forfora e per contrastare la caduta, aggiungere 15 gocce in 50 ml direttamente nello shampoo, meglio se delicato, senza parabeni e agenti schiumogeni. Per stimolare la ricrescita dei capelli, per esempio in caso di alopecia, frizionare sul cuoio capelluto una miscela di olio di jojoba o mandorle dolci con olio essenziale (10 gocce in 30 ml).  Se si hanno i capelli grassi non applicare più di una volta a settimana.

Favorire il benessere in casa e negli ambienti attraverso i diffusori di oli essenziali

Negli umidificatori o diffusori per infondere calma. Quello di legno di cedro, è un olio essenziale che fa parte di quelli che favoriscono il benessere psichico e il rilassamento.

Placare dolori mestruali e attenuare i dolori reumatici

Un leggero massaggio nella zona pelvica per contrastare nausea e crampi mestruali.
Per i dolori reumatici aggiungere 15 gocce di olio di cedro in 50 ml di olio di mandorle, jojoba o d’oliva e dopo aver massaggiato la parte dolente, coprire con un panno di lana caldo.

Problematiche che riguardano l’epidermide: pelle grassa, acne, foruncoli, Pelle irritata, eczemi o dermatiti

In caso di pelle grassa, acne e foruncoli è possibile fare degli impacchi aggiungendo a mezzo bicchiere di acqua minerale, 8 gocce di olio ess. di cedro. Imbibire una garza sterile e applicare sul viso sino a riscaldamento, poi cambiatela continuando così per un quarto d’ora. L’olio essenziale può essere aggiunto, nella misura di 10 gocce in 50 ml, alla crema abituale. Io uso l’olio essenziale, diluito in acqua minerale per ottenere un tonico-viso, è disinfettante e astringente; 4 o 5 gocce in 40 ml di acqua servono da tonico prima della crema da giorno. Evitare accuratamente il contorno occhi e preparatene piccole quantità per avere sempre il massimo dell’efficacia.
Pelle irritata, eczemi o dermatiti? Tamponare con un batuffolo di cotone le zone da trattare, 4 o 5 gocce in 30 ml di acqua minerale. Si consiglia sempre di testare l’eventuale sensibilità verso il prodotto, tamponandolo nell’incavo del braccio, se compaiono irritazioni o brufoletti rossi entro 48 ore, evitare l’uso.

Antitarme: l’olio essenziale di cedro è un potente antitarme e dona fragranza oltre a proteggere i nostri abiti

Antitarme. Versare alcune gocce di olio essenziale su pezzi di legno, terracotta o vecchi sacchetti profuma-biancheria (rinnovando il profumo) e riporre negli armadi. Potete anche realizzare dei sacchetti “fai-da-te” utilizzando vecchi sacchetti (quelli dei confetti vanno benissimo) da chiudere con nastri colorati, riciclati. All’interno si possono inserire erbe essiccate (lavanda, chiodi di garofano, foglie di alloro) ma anche scorze di arancia o limone essiccati ai quali aggiungerete gocce di oli essenziali come il cedro appunto, ma anche il bergamotto, la cannella o l’immancabile lavanda.

Avvertenze particolari e possibili controindicazioni

L’olio essenziale di legno di cedro è un olio di regola ben tollerato ma può dar luogo a fenomeni allergici o di reazione in pelli sensibili, quindi si consiglia sempre di testare il prodotto. Evitare l’uso in gravidanza, allattamento e su bambini piccoli.

Autore: Naturopata Angela Ballarati

 

0 / 5 (0 votes)

2 pensieri su “Olio essenziale di cedro: benefici per capelli, modi d’uso e proprietà terapeutiche”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.