Echinacea: una pianta straordinaria per il nostro sistema immunitario

fiore rosa echinacea

L’  Echinacea è conosciuta da molti in quanto viene utilizzata per prevenire i malanni di stagione. Tuttavia le proprietà del Echinacea, vanno ben oltre. La sua capacità di rafforzare il sistema immunitario, rendendo l’ organismo più resistente in caso di affezioni batteriche e virali.  L’ Echinacea è utilizzata da migliaia di anni, le sue proprietà benefiche sono anche state dimostrate perfino contro il cancro da parte del National Cancer Institute ( Istituto nazionale del cancro ) americano.

Come  utilizzare l’ echinacea al meglio e in assoluta sicurezza.

Storia e utilizzi curativi antichi e moderni                 

I primi ad utilizzare questa pianta furono gli indiani, essi la utilizzavano come immunostimolante, antinfiammatorio, antispastico e nel cancro. Il padre della echinacea moderna fu un tedesco emigrato degli Stati Uniti (Meyer). Lui estrasse il succo dall’  Echinacea Rudbeckia. Somministrando il succo di questa pianta a molti pazienti per svariate malattie, ottenendo risultati strepitosi. Successivamente venne importato in Europa e lì coltivata direttamente nella varità Echinacea Purpurea. Tutta la pianta era ricca di principi attivi e veniva quindi utilizzata in toto.

Effetti dell’ Echinacea:               

I componenti della radice dell’  Echinacea contengono degli acidi che hanno proprietà antivirale ( acido caffeico ), contengono inoltre flavonoidi vari, acidi grassi insaturi e oli essenziali e polisaccaridi. Non è ancora chiaro come agisca questo fito complesso ma la sua efficacia come immunostimolante è ampiamente dimostrata.
Quindi non solo l’ echinacea è efficace nella prevenzione delle malattie di raffreddamento nel periodo invernale, ma accelera il processo di guarigione quando il virus ha già colpito l’organismo.la sua efficacia è stata dimostrata nelle infezioni recidivanti delle vie respiratorie ed anche delle basse vie urinarie.
Un effetto sempre dovuto all’  Echinacea è la stimolazione delle ghiandole soporifere e mucipare. E’ fondamentale creare all’interno del corpo condizioni sfavorevoli alla riproduzione del virus. Una presenza maggiore di muco a livello faringeo rende più difficoltosa la penetrazione dei virus stesso.
E’ utilizzata all’interno di unguenti: L’ Echinacea ha la capacità di velocizzare i processi cicatriziali a causa della sua proprietà di stimolare i fibroblasti. Unita alle proprietà antinfiammatoria antisettiche decongestionanti è utile nel trattamento di ulcere, ferite infette, ustioni e dermatiti.

Precauzioni e controindicazioni nell’ uso dell’ Echinacea

Il rischio maggiore è dovuto alla possibile di allergia. L’ Echinacea  far parte della famiglia delle Asteraceae, se avete allergia accettata nei confronti di questa famiglia di piante è fortemente sconsigliato l’uso.  Coloro che non tollerano polline o che soffrono di raffreddore da fieno, dovrebbero fare di test prima di assumere composti a base di Echinacea, soprattutto i derivati da pianta fresca. Generalmente gli estratti secchi e le pastiglie sono ben tollerati e non dovrebbero scatenare reazioni allergiche.
Fate questo semplicissimo test: acquistate un po’ di succo di Echinacea e versate poche gocce sul braccio. Se siete allergici all’ Echinacea, in base alla quantità di liquido che avete versato sul braccio, avrete una reazione di tipo allergico come bollicine, gonfiore puntini rossi o prurito. In questo caso non è opportuno assumere il succo di Echinacea.

3.75 / 5 (4 votes)

4 pensieri su “Echinacea: una pianta straordinaria per il nostro sistema immunitario”

  1. Sto prendendo da un po delle gocce di echinacea vedremo gli effetti.Gradirei sapere se c’e’ qualche pianta che possa bloccare o contenere gli effetti della psoriasi che mi si e’ manifestata sui palmi delle mani. …grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.