Come preparare l’olio e la pomata di tarassaco

Il Tarassaco chiamato anche Dente di Leone, Piscialetto o soffione è diffuso in tutto il mondo, molto comune in Italia, la si trova ovunque, è molto resistente è l’ideale per potersi preparare rimedi naturali efficaci

Le sue proprietà

La pianta del tarassaco presenta in associazione all’aumento della secrezione della bile anche attività diuretica. Queste sue proprietà la giustificano come pianta depurativa e di drenante.

Possiede moltissime proprietà benefiche grazie agli elementi in essa contenute tra cui l’acqua, che arriva a costituire il 90% di sostanze contenute nella pianta e antiossidanti, proteine, fibre, sostanze vaso-protettive, sostanze digestive e depurative.

Vediamo nel dettaglio le sue vitamine:

Vitamine del gruppo B, vitamina C, A, E, K; antiossidanti come tannini, flavonoidi, betacarotene e criptoxantina: antiossidanti di color giallo/rosso.

Ricetta:

Indicata particolar modo per i dolori di tipo muscolare, artritico e per le articolazioni in generale.

Per realizzare la nostra pomata abbiamo bisogno prima di creare l’olio.

Preparazione:

Raccogliere i fiori adesso li dobbiamo fare asciugare bene, perché hanno un alto contenuto di acqua, e il nostro olio potrebbe diventare fangoso e facilmente deperibile.

Pertanto bisogna stendere i fiori su di un canovaccio e lasciarli appassire per un paio di giorni, in un luogo buio ma asciutto.

Prendere i fiori e metterli in un barattolo di vetro e adesso versarci sopra dell’olio di oliva o di mandorle, sino alla sommità.

Prendere il barattolo e metterlo in una pentola d’acqua tiepida e riscaldare lentamente a fuoco medio basso. Lasciare l’olio nella pentola in acqua calda per almeno 3 o 4 ore. Lo si può lasciare in infusione per due giorni al buio, resterà più concentrato.

Adesso possiamo filtrare l’olio.

Olio di tarassaco lo possiamo usare anche per fare i massaggi.

Pomata di tarassaco

Ingredienti

  • 100 grammi di olio infuso di tarassaco
  • 15 grammi di cera d’api.

Prendiamo un contenitore aggiungiamo l’olio e le pastiglie di cera, li mettiamo in un contenitore (a prova di calore).

Poniamo il contenitore in una pentola a bagno maria, lo portiamo lentamente a media temperatura, poi abbassiamo il calore, sino che la cera si scioglie completamente.

Adesso toglier il composto dal fuoco e versiamolo in barattolo un po’ grande, mediamente di 125 ml.

Aspettiamo che si solidifichi il composto e si rapprenda, ecco adesso la pomata è pronta.

Decotto Drenante:

  • 1 litro d’acqua,
  • 50 grammi di radici fresche (in alternativa essiccate e sminuzzate).

Adesso mettete le radici, ben lavate e tagliate longitudinalmente a metà, nella pentola coprendole con 1 litro d’acqua fredda.

Adesso fatele bollire almeno 30 minuti.

Poi filtrate bene spremendo bene le radici e ponete il liquido in una bottiglia di vetro scuro.

Modi d’uso

Si consiglia l’assunzione di 2-3 tazzine al giorno per coadiuvare l’attività del fegato in caso di sovraccarico dello stesso (smaltimento delle tossine).

Questo decotto, unito al consumo quotidiano di foglie fresche di tarassaco in insalata, è un ottimo depurativo

5 / 5 (1 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.