Parietaria officinalis: 8 proprietà, benefici e usi

Parietaria officinalis

La parietaria è una pianta sempreverde che cresce facilmente sui muretti e terreni rocciosi.  Questa pianta ha profonde foglie verdi con piccoli fiori di tonalità verdastra e minuscole capsule che racchiudono i semi, il cui colore varia dal marrone scuro al nero.

Gli 8 benefici della parietaria

Mentre la pianta produce fiori femminili sulla punta degli steli, i fiori maschili emergono in gruppi negli alberi delle foglie.  La parietaria è una vicina parente della specie Parietaria Judaica che viene utilizzata allo stesso modo.

Il nome parietaria della pianta deriva dal latino ‘paries’ che denota un ‘muro’. Infatti, questo si riferisce al principale habitat di 2 specie- crepe nei muri.

Le piante che appartengono alla specie parietaria sono collegate alle ortiche specie Urtica.  Comunque, le lisce superfici superiori delle loro foglie sono diverse.

  1. La parietaria è un’erba che è stata tradizionalmente usata per curare disturbi dei reni oltre alla vescica urinaria. Inoltre, quest’erba, è stata un tradizionale rimedio per infezioni del tratto urinario, calcoli delle vie urinarie, cistiti (infiammazione della vescica urinaria e altri malanni associati).
  2. Quest’erba possiede anche proprietà diuretiche molto efficaci ed è una perfetta cura per aumentare la minzione. La parietaria è considerata essere tra le migliori risorse quando è essenziale aumentare il flusso di urina. Si crede che i flavonoidi presenti nell’erba oltre al suo ricco contenuto di potassio sono responsabili di questa particolare caratteristica della pianta. In effetti, assumendo 2 o 3 infusi preparati con un paio di foglie essiccate dell’erba ogni giorno in un litro di acqua può essere usato per curare una serie di malanni. Questo è importante specialmente quando è essenziale sbarazzarsi di liquidi in eccesso dal corpo. I malanni che possono essere curati prendendo infusi preparati con le foglie secche della parietaria sono:
  3. La parietaria è anche un convenzionale medicinale per la tosse e può anche essere usato per alleviare il dolore causato da ferite e bruciature oltre a accelerare il loro processo di guarigione.
  4. Un infuso preparato con le foglie secche dell’erba può efficacemente curare disturbi reumatici come artriti, gotta e/o acido urico. Può essere notato che mentre ci liberiamo dei liquidi in eccesso nel nostro corpo noi eliminiamo anche inutili sostanze che si sono accumulate nelle articolazioni, spesso riducendole e alleviando i dolorosi sintomi che sono connessi con queste condizioni fisiche.  In questo senso, la parietaria sembra agire come un ottimo agente purificante.
  5. Quest’erba è anche efficace per curare disturbi metabolici dove il punto principale è liberarsi dei liquidi corporei, per esempio obesità o diabete. Inoltre, l’erba parietaria è anche efficace nel curare la cellulite.
  6. Come discusso in precedenza l’erba parietaria è un trattamento efficace per curare malattie del tratto urinario, per esempio, calcoli renali e/o calcoli biliari. Infatti, quest’erba è molto utile per curare i calcoli renali poiché mentre aumenta il flusso di urina, trattiene anche la ritenzione dei minerali e la probabilità di formazione di calcoli nei reni. Allo stesso tempo, quest’erba è analogamente efficace nel curare infiammazioni del tratto urinario o nefrite e/o l’infiammazione della vescica urinaria (cistiti). Questo è primariamente dovuto alle calmanti (emollienti) proprietà della mucillagine (secrezioni gelatinose) di quest’erba.
  7. L’erba agisce come un coadiuvante nel curare le affezioni quando esse sono associate con la ritenzione di liquidi in eccesso nel corpo, per esempio, la formazione di edema (accumulo di fluido sieroso negli spazi tra le cellule nel tessuto o nelle cavità del corpo), cattiva circolazione, alta pressione sanguigna (ipertensione) e così via.
  8. A parte le qualità emollienti, diuretiche e depurative dell’erba, è importante notare che la parietaria possiede anche proprietà espettoranti, qualcosa molto efficace per curare l’asma oltre alle affezioni bronchiali.  Le persone che soffrono di simili disturbi medici dovrebbero prendere mezzo cucchiaio delle foglie essiccate dell’erba 3 volte ogni giorno come rimedio.

Secondo la fitoterapia Europea

L’erba parietaria è considerata possedere azioni curative sui reni, sostenendo oltre a rinforzare il loro funzionamento. L’intera erba, raccolta quando la pianta è in fiore, possiede numerose proprietà terapeutiche. È colagogo (promuove le secrezioni biliari), in parte demulcente (un medicinale che protegge e dà sollievo a una membrana irritata), lassativo, diuretico, vulneraria (un’erba che promuove la guarigione delle ferite e refrigerante (riduce la temperatura corporea durante le febbri). Quest’erba è nota essere un trattamento efficace per i calcoli renali oltre a calcoli urinari e diversi altri disturbi del sistema urinario, inclusi cistite e nefrite (infiammazione del rene).

Quest’erba non dovrebbe essere prescritta a individui che soffrono di febbre da fieno o qualsiasi altra reazione allergica. Le foglie della parietaria possono essere usate esternamente come un cataplasma su ferite, bruciature e così via.

Il cataplasma preparato con le foglie

Ha un effetto calmante su bruciature e ustioni. È consigliabile raccogliere l’erba mentre è in fiore. Le foglie e i germogli della parietaria possono essere usati sia freschi che essiccati. Infatti, le foglie secche dell’erba possono essere usate per preparare un eccellente tè alle erbe che è benefico per una serie di condizioni di salute.

Habitat e coltivazione

L’erba della parietaria è autoctona delle regioni occidentali, centrali e meridionali d’Europa. Mentre la Parietaria Officinalis è originaria delle parti centrali oltre alle meridionali d’Europa, la Parietaria Judaica è autoctona delle aree meridionali del continente. In diverse parti del globo, queste 2 specie sono diventate erbacce. In un certo senso, queste 2 specie sono raccolte per uso terapeutico.

La comune parietaria cresce naturalmente in zone che sono generalmente trascurate, come sui muri, nelle foreste alluvionali oltre a siepi e strade.

Le rotonde inflorescenze della pianta che includono fiori maschi, femmine androgini o ermafrodita sono posizionate nelle ascelle del germoglio proprio in cima al posto da dove hanno origine le foglie. La pianta produce fiori durante il periodo che va dall’estate alla prima parte dell’autunno.

Entrambe le specie hanno una preferenza per le condizioni di suolo che variano da sufficientemente drenato a arido alcalino. Inoltre, queste piante crescono eccellentemente sia in totale luce del sole che in parziale ombra. Crescono bene su muretti di pietra che sono asciutti.

Le piante sono dioiche, il che denota che esse producono fiori di entrambi i sessi.

Nel caso in cui voi vogliate ottenere i semi di questa parietaria, avete bisogno di coltivare piante maschio e femmina di questa specie vicine. I pollini della pianta di parietaria sono conosciuti per essere tra i primi in assoluto oltre ai più vigorosi allergeni che causano febbre da fieno.

Generalmente, la parietaria è propagata dai suoi semi. I semi dovrebbero essere seminati o in primavera o in autunno in una miniserra. Quando le piantine sono sufficientemente grandi da maneggiare, travasatele e piantatele all’aperto durante l’estate. Nel caso in cui abbiate abbastanza semi della pianta, potete seminarli sul posto in autunno o in primavera. La pianta può anche essere propagata per divisione durante la primavera. Il processo di propagare le piante attraverso divisione è abbastanza semplice; si richiedono grandi divisioni della pianta che può essere piantata nella loro permanenti postazioni direttamente all’aperto.

Controindicazioni e preucazioni

Le erbe appartenenti alla specie Parietaria racchiudono acidi organici, particolarmente l’acido caffeoilmalico, insieme a tannini e flavonoidi.  Le specie di parietaria, hanno numerosi usi terapeutici. Infusi e decotti preparati con queste erbe possono essere usati sia per uso interno che per uso esterno. Comunque, non c’è specificazione riguardo l’adeguato e il sicuro dosaggio degli infusi e dei decotti preparati con quest’erba.

Come con qualsiasi altro medicinale omeopatico, anche la specie Parietaria dà origine a certi effetti collaterali e, perciò, c’è il bisogno di adottare alcune precauzioni. Per esempio, il polline della parietaria officinalis è considerato produrre una grave reazione allergica in alcune persone.

4 / 5 (2 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.