L’ incontro con Di Bella: un piacevole momento da ricordare

di bella

Una decina di anni fa, ebbi la fortuna di essere invitata ad una confernza del Prof Di Bella a Bologna. Era piena estate. Eravamo in questo salone affollatissimo, dai finestroni aperti e tutti noi eravamo più o meno boccheggianti per la calura.

«Guai a voi dottori della legge, che avete tolto la chiave della scienza, voi non siete entrati, e a quelli che volevano entrare l’avete impedito»

Una decina di anni fa, ebbi la fortuna di essere invitata ad una confernza del Prof Di Bella a Bologna. Era piena estate. Eravamo in questo salone affollatissimo, dai finestroni aperti e tutti noi eravamo più o meno boccheggianti per la calura.
Date le amicizie di allora avevo avuto la possibilità di sedere in primissime file e quindi di osservare quest’uomo, credo già allora ultraottantenne, che sempre in piedi, senza dar segno di alcun cedimento nemmeno per allentarsi la cravatta, senza avere per le mani uno stralcio di programma per la conferenza, ci intratenne a lungo con una lucidità estrema.

Non essendo medico (ma nememno solo tra i “giornalisticamente curiosi”), non potevo apprezzare o questionare i contenuti “scientifici” e tecnici della sua relazione, cosi mi misi semplicemente in ascolto dell’essere umano davanti a me.
E fu una bella scelta, perchè mi rimase in memoria…
Pensai che per essere arrivato a quella età, dentro quella bagarre mediata già vergognosa allora
– ma credo l’ apice fu raggiunto poi- doveva avere avuto un grande tempra, una solidità interiore veramente apprezzabile. Fui felice di essere stata li, semplicemente per avere avuto testimonianza di come “anche” si può essere, di come “anche” si può spendere la propria vita, onorandole il significato.
Il discredito e il boicottaggio a cui fu poi sottoposto…per la squallida legge “del mercato della malattia e del farmaco”, sono la paradossale conferma che la sua ricerca ha sostanza e che per questo meglio metterla a tacere, con qualsiasi mezzo. Un repetita della storia…
 
Dal sito a lui dedicato:

Più ampie e documentate sono le conferme scientifiche della terapia Di Bella, maggiori sono le censure e le intimidazioni verso i medici che la praticano o l’approvano.

E’ stata messa in atto sia la disinformazione, che un ermetico blocco dell’informazione sulle evidenze scientifiche e conferme cliniche del MDB (metodo Di Bella), censurando queste inquietanti verità che, se conosciute, potrebbero innescare imprevedibili e gravi reazioni.

”Per oltre quaranta anni ho seguito le ricerche di mio padre, il professor Luigi Di Bella, l’evoluzione del suo pensiero scientifico, la sua esperienza clinico – diagnostica, gli effetti terapeutici, le vessazioni, i contrasti, le umiliazioni che hanno contraddistinto la sua lunga attività di docente universitario, di medico.
(…) Il MDB realizza l’integrazione razionale di tutte le conoscenze mediche definitivamente acquisite, e delle evidenze scientifiche, con una clinica affrancata da inquinamenti politico-finanziari.Chi ricerca la verità legga il Vangelo, sintesi di verità e di vita.

Nel Vangelo di Luca 11,32- 12,4 troverà la chiave di lettura autentica e profonda della vicenda Di Bella:
«Guai a voi farisei» (…) «Guai a voi dottori della legge, che avete tolto la chiave della scienza, voi non siete entrati, e a quelli che volevano entrare l’avete impedito».
Chi vuole intendere intenda. Il MDB è sintesi della scienza con il profondo senso cristiano della carità e della sacralità della vita,è la partecipazione intima, sentita e trasmessa al dramma della sofferenza umana e della morte.
E’ la sublimazione dell’etica e dell’arte medica ad esclusivo umile e disinteressato servizio dell’uomo, segue la Via e la Verità che porta alla Vita.”

“Giuseppe Di Bella”

Cristina Bassi

0 / 5 (0 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.