Infertilità idiopatica e naturopatia: rimedi naturali e trattamenti olistici

spermatozoi

L’alimentazione, i rimedi floreali, la riflessologia plantare ed altre tecniche olistiche a supporto del problema sempre più frequente di infertilità idiopatica.

Trattamenti olistici e rimedi naturali a supporto dei problemi di infertilita’ idiopatica

In un sistema di vita già carico di tensioni come quello moderno, il ritardo della gravidanza per una coppia, gli accertamenti clinici, l’ansia e l’insicurezza per il loro esito determinano l’attivazione del sistema neuroendocrino dello stress con alterazioni della secrezione ormonale.

L’infertilità: una dura dura prova la coppia

Si producono sostanze chiamate “indicatori biologici dello stress” che esercitano un’azione sfavorevole sulla fertilità sia maschile che femminile. La persona o la coppia possono rischiare di frantumarsi sotto il peso della diagnosi spesso presunta di infertilità idiopatica, definita infertilità senza causa organica, quando tutto sembra fisiologicamente a posto ma il figlio tanto desiderato non arriva. Con un percorso naturale, eventualmente anche abbinato ad un percorso psicoterapico, si arriva ad allentare il peso dei blocchi emozionali (conflitti inconsci riguardo al desiderio presunto o reale di un figlio, problemi non risolti con la propria madre, desiderio/paura di perdere la propria autonomia o libertà).

Infertilità e naturopatia

Il lavoro naturopatico individuale o di coppia mira ad agire in maniera duplice, portando l’organismo a dare il meglio di sé sul piano fisiologico e rivitalizzandolo e al contempo portando la persona a ricontattare la propria forza e completezza interiore come espressione di massima creatività insita in sé.

Rimedi e tecniche naturali

L’approccio della naturopatia abbiamo a disposizione una vasta gamma di rimedi che possono essere usati singolarmente o sulla coppia. Preferibilmente i primi due incontri dovrebbero essere effettuati congiuntamente dalla coppia, per orientarsi verso le soluzioni più indicate da proporre.
Trattamento di riflessologia plantare
Seguendo la mappa fisico-energetica del piede si può andare a lavorare sulle zone corrispondenti ad ipofisi, organi riproduttivi, sistema linfatico, surrenali, sistema genitale endocrino, agendo inoltre anche su punti specifici per eliminare o almeno attenuare l’ansia (che inevitabilmente colpisce chi cerca una gravidanza da molto tempo e che va alimentare uno stato che di certo non favorisce il concepimento).

Digitopressione Dinamica

Una tecnica che si basa sullo stimolo effettuato con le dita sui punti riflessi dei meridiani di agopuntura, consentendo all’organismo di rilasciare endorfine (sostanze analgesiche naturali del nostro corpo che svolgono un ruolo importantissimo nei processi di guarigione) e rimuovere rapidamente blocchi nel sistema energetico corporeo spesso causati da emozioni negative radicate e consolidate nel tempo.

Rimedi floreali

Sperimentati già con notevoli successi in questo settore, come gli Australiani (il principale attivatore della fertilità è She Oak, un rimedio considerato come grande riequilibrante in tutte le problematiche femminili; talvolta unito a Turkey Bush, che stimola la creatività a tutto tondo, e a Fringed Violet, per rimuovere blocchi a livello energetico). Orozco, uno dei più grandi studiosi viventi dei rimedi del dottor Bach, evidenzia l’importanza di tre fiori nel favorire il concepimento: Star of Bethlehem, Schlerantus e Clematis, somministrati ai due partner contemporaneamente.

Trattamento craniosacrale

Una tecnica del benessere che deriva dalla tradizione osteopatica e si basa su dei movimenti leggeri e delicati, lenti e profondi per interagire con la fluttuazione ritmica del liquido cefalo-rachidiano. Si lavora così sulle ossa, sui muscoli e sulle fasce per ripristinare l’equilibrio e rimuovere i blocchi o disfunzioni. In particolare è importante il lavoro sulle ossa craniche per “dialogare” con talamo e ipotalamo e sul diaframma pelvico nella donna per lavorare su problematiche memorizzate nella fascia che possono interferire con il buon funzionamento di ovaie e utero.

Stile alimentare

Programma alimentare mirato che comprenda alimenti biologici e integrali naturalmente ricchi di vitamine, minerali e aminoacidi per favorire l’eliminazione di stati infiammatori latenti, per favorire il miglioramento della qualità e vitalità degli spermatozoi come pure il funzionamento ottimale dell’apparato riproduttivo femminile (arginina, carnitina, zinco, selenio, vitamina E, zinco-rame, maca, olio di enotera e di borragine, fagioli neri molto usati in macrobiotica,magnesio, omega 3 e omega 6, vitamina C e vitamina B12, solo per citarne alcuni alimenti e integratori tra i più utili).

Altri rimedi

Rimedi naturali di altro tipo, quali gemmoderivati, oligoelementi, erbe e integratori spagyrici che vengono consigliati e mirati sulle singole esigenze e peculiarità e su quelle della coppia, unitamente a consigli di carattere generale. E’ importante una moderata ma costante attività fisica, evitare indumenti troppo attillati o bagni troppo caldi, possono essere di aiuto i bagni derivativi, sicuramente sono da limitare caffè e alcoolici, da eliminare il fumo. Questo percorso è adatto sia alle coppie che sono alla ricerca di un bimbo che tarda ad arrivare e che non desiderano affrontare la medicalizzazione del problema, sia alle coppie che stanno intraprendendo l’iter di procreazione assistita. Le tecniche ed i rimedi menzionati non hanno nessuna controindicazione né effetto collaterale e possono essere praticate anche in concomitanza con cure mediche di tipo allopatico, senza rischi di interazione né di vanificare l’effetto di altre terapie. Per il naturopata e per l’efficacia del percorso è importante sempre mantenere un dialogo costante lavorando con la coppia, con le singole persone e con quello che emerge dai trattamenti e dagli incontri, calibrando di volta in volta il suo intervento. Amo ricordare le parole di Ute Auhagen Stephanos nel suo libro La Maternità Negata : “Non è mia intenzione spingere le persone sulla pressione della società ad avere bambini, il mio fine è piuttosto di motivarle, di aiutarle a scoprire da sole ciò che vogliono e di metterle in condizione di decidere”.

Manuela Palchetti

0 / 5 (0 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.