Come restabilire l’equilibrio armonico nel pianeta uomo

equilibrio_armonico

Come restabilire e mantenere  l’equilibrio armonico nel pianeta uomo attraverso l’acqua alcalina ionizzata

 

Anche pubblicato sulla rivista scientifica “Salute E Benessere”
Parlare di equilibrio dell’uomo inteso come meravigliosa macchina fisiologica e metabolica è senza dubbio estremamente complicato dal momento che l’armonia dei sistemi organici dipende da una innumerevole quantità di reazione biochimiche, ormonali, costituzionali, ereditarie ed altro ancora, ma tralasciando una analisi prettamente clinica riguardante la complessità di questi processi si può cercare di ritrovare un equilibrio anche grazie all’assunzione costante di acqua alcalina ionizzata.

  • l nostro organismo è formato per oltre il 60% di acqua e la maggior parte di questo liquido è interno alle cellule e prende il nome di LIQUIDO INTRACELLULARE,il liquido degli spazi esterni alle cellule viene invece chiamato LIQUIDO EXTRACELLULARE.
  • Nel liquido extracellulare si trovano le sostanze nutritive necessarie alle cellule per il mantenimento della loro attività funzionale e la definizione corretta è quella di AMBIENTE INTERNO.
  • Questo ambiente dipende totalmente dall’attività cellulare ed è il pilastro sul quale viene costruita tutta la attività organica. Lo stato dell’ambiente interno rappresenta fisiologicamente il “TERRENO” nel quale si riflette l’intero stato di salute. Il mantenimento stabile di detto ambiente viene definito OMEOSTASI.
  •  È per OMEOSTASI che i polmoni forniscono nuovo ossigeno, che i reni mantengono costanti le concentrazioni di elettroliti e che il sistema digerente fornisce gli elementi nutritivi, in più ,la condizione indispensabile al mantenimento corretto dell’ omeostasi è che ci sia un equilibrio ACIDO-BASICO dei fluidi corporei. Quando nel nostro SISTEMA UOMO viene meno questo equilibrio a favore di una aumentata ACIDITA’,le funzioni di ogni organo e di ogni metabolismo vengono alterate.
  • L’unità di misura del grado di acidità o di alcalinità è il PH che è il simbolo della concentrazione di IDROGENIONI (H+), gli acidi sono tutte le sostanze in grado di liberare idrogenioni e le basi(alcali) quelle che legano gli idrogenioni, un esempio può essere quello dello ione di bicarbonato (HCO3) che è una base e che è in grado di combinarsi con ioni idrogeno formando ACIDO carbonico H2CO3.

Il ph per il nostro organismo deve significare potenziale di salute e siccome noi tutti siamo nati alcalini, mantenere il nostro mezzo interno in salute significa mantenerlo alcalino e, per farlo abbiamo a disposizione molte armi atte a contrastare l’eccesso acido : una sana alimentazione contenente una minima parte di proteine animali che sono fortemente acidificanti, uno stile di vita salubre votato ad un esercizio fisico moderato ma costante che consenta al corpo di eliminare gli acidi cosiddetti deboli attraverso la respirazione,avere degli atteggiamenti mentali non ACIDI perché “ un pensiero acido fa più danni di una bistecca “e soprattutto imparare a bere una giusta quantità di acqua qualitativamente viva!
Evitare di consumare acqua imbottigliata soprattutto in contenitori di plastica che rilasciano quantità esasperate di micotossine,acqua gasate(acida),bibite gasate(estremamente acidificanti), prediligendo
invece acqua di rubinetto possibilmente ripulita dai residui chimici dannosi attraverso un idoneo dispositivo ionizzante.
Il ph del sangue arterioso ad esempio, è compreso tra 7,35 e 7,43 e il ph che consente un funzionamento ottimale, dunque normale del nostro corpo, è di 7,4, quindi il terreno organico ideale dovrà risultare leggermente alcalino.
La scala di misurazione del ph va da 0 a 14 con 7 che rappresenta la neutralità ed è oltre la neutralità che il nostro ecosistema deve volgere.
Un citatissimo aforisma recita : “noi siamo quello che mangiamo, ma soprattutto quello che beviamo”,perciò ogni alimento che l’uomo mangia e beve diventa parte integrante delle sue disarmonie o malattie e l’acqua in tutto questo riveste un ruolo fondamentale. Per proseguire con le frasi celebri di rinomati studiosi, Pasteur disse : “noi beviamo il 90% delle nostre malattie”, quindi una qualità ottimale dell’acqua che beviamo è indispensabile, anche perché durante la vita di ognuno di noi vengono bevute quantità di questo prezioso liquido 600 volte superiore al peso corporeo; perciò più povera di acidi è meglio è .
Secoli addietro l’acqua potabile di tutto il pianeta era ALCALINA, ma a causa dell’industrializzazione e dell’inquinamento ambientale ora non è più così, alla stregua del pianeta sul quale viviamo anche noi come organismi viventi siamo composti da acqua non certo acida! : i muscoli ed il cuore hanno una percentuale di acqua del 75%, il cervello ed i reni del 83%, gli occhi del 95% ecc. quindi noi siamo effettivamente ciò che beviamo e se beviamo acqua alcalina saremo in linea con i fluidi del nostro corpo, ma se ingeriamo acqua acida saremo acidi in tutti i sensi.
Le cellule possono considerarsi sane solo se sono sani i fluidi in cui sono immerse(la vita di un feto,ad esempio cresce all’interno del sacco amniotico pieno del suo liquido alcalino), se beviamo acqua acida questa non potrà aiutarci ad espellere gli acidi accumulati nell’organismo per opera degli agenti inquinanti siano essi alimentari, farmacologici, psichici derivanti da uno stile di vita disarmonico e altamente stressante.
Tutti questi acidi accumulati e non espulsi danno vita alla predisposizione di instaurare uno stato di degenerazione di svariati processi metabolici, tissutali e organico-funzionali a causa dello spostamento verso l’acidità dell’equilibrio acido basico tissutale.
Si creeranno sindromi quali: affaticabilità, traspirazione eccessiva di mani e piedi, salute fragile, pallore, invecchiamento precoce, ipertensione o ipotensione, tendenza alle anemie, palpitazioni,emicranie, pelle grassa e irritata, micosi, eczemi vari unghie fragili, diabete,emorroidi, stipsi,alitosi, ulcere,coliti, insonnia post prandiale, ansia, irritabilità, agitazione e iperattività anche nei bambini, carie, gengiviti, nevralgie migranti, artriti, artrosi, osteoporosi, demineralizzazioni, dolori articolari migranti, reumatismi,bronchiti, tendenza alle allergie, infezioni urinarie e vaginali, impotenze e difficoltà erettive.
A prima vista può risultare difficile trovare in tutte queste sindromi una origine comune, tuttavia quasi tutte presentano un identico TERRENO : l’eccesso di acidità tissutale, conseguenza della perdita dell’equilibrio ACIDO-BASICO.
Per contrastare e prevenire queste sindromi oltre a modificare lo stile di vita, possiamo BERE, semplicemente BERE acqua alcalinizzata ottenibile da una ionizzazione elettrolitica mediante ionizzatori che consentono la trasformazione della comune acqua in acqua alcalina potabile senza processi chimici
per ottenerne la potabilità, completamente depurata da cloro, metalli pesanti, pesticidi,nitriti, nitrati e altri killer silenziosi.
L’acqua alcalina contiene minerali alcalini quali calcio, magnesio, potassio e sodio tutti in forma ionizzata e quindi facilmente assimilabili che sono i nostri protettori, i nostri progenitori difensivi.
Buona acqua a tutti!

 

 

 

Come restabilire l’equilibrio armonico nel pianeta uomo, autore: Gianfrancesco Dr.Giuseppe Ph.d

 

photo credit: Water Flow 2 via photopin (license)
5 / 5 (1 votes)

Un pensiero su “Come restabilire l’equilibrio armonico nel pianeta uomo”

  1. tutto vero, ma bisognerebbe ripensare prima ad una sana alimentazione, e da un consapevole attenzione al il pianeta! Se per esempio per alimentarci di carne sfruttiamo le risorse acqua e terreno , creiamo inquinamento , malattie , non solo non siamo sani a causa di un’alimentazione “sbagliata” ma finiremo con non avere più nemmeno l’acqua . Secondo l’opinione di esperti mangiare carne ci porterà a distruggere il pianeta…. e senza il pianeta dove andremo!? la scelta vegana viene prima ancora dell’acqua ionizzata ,questa è la mia risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.