IPERTENSIONE

Veronica Mancabelli ha scritto 12 mesi fa

Buonasera, ho il compagno 39enne il quale ha iniziato ad evere la pressione alta 100-140_110/160 preceduta da classici sintomi come mal di testa ed epistassi. Fa un lavoro molto stressante e abbastanza sedentario. Mangia male, tanto sale, vino… non è un fumatore. Ora, gli ho proposto di fare un periodo in cui teniamo controllato giornalmente la pressione, cambiando completamente la dieta (eliminando o riducendo al minimo il sale, insaccati, farmaggi stagionati e grassi… e tutte quelle cose che si sa fanno alzare la pressione o affaticare l’apparato cardiocircolatorio; sostituendo con alimenti corretti, aumentando potassio, magnesio e calcio…oltre ad attività fiscica per ridurre quei 4/5 kg in più che non aiutano). Detto questo vorrei affianacare a questo dei prodotti naturali o fitoterapici. Ho letto che biancospino, ulivo, aglio e vischio andrebbero ad abbassare la pressione, fluidificare il sangue, stimolare la diuresi e rinforzare le pareti venose. Vorrei però capire nella pratica cosa quanto e quando far assumere questi principi. Vorrei quindi un piano d’attacco con rimedi naturali o fitoterapici, senza ricorrere immediatamente ad una terapia farmacologica che sarebbe o diventerebbe cronica, anche perché è una persona sana che non ha mai dovuto assumere farmaci. Quindi, per cortesia, chiedo una vostra gentile risposta da esperti del campo. Ringrazio e saluto. Veronica

1 Risposte
Albino EliaAlbino Elia Staff ha risposto 11 mesi fa

Buongiorno Sig.ra Veronica,
Grazie per averci scritto, per poterla supportare al meglio ho necessità di ulteriori informazioni.
Mi può contattare al n. 347-8452978
un saluto.
Albino Elia