Mini quiche con asparagi selvatici e primule con fonduta al taleggio

Le primule mi riportano a ricordi d’ infanzia, quando con una zia all’arrivo dei primi tepori primaverili andavo a passeggiare e ne raccoglievo un mazzolino. Sono loro ad annunciare l’arrivo della bella stagione, del risveglio del bosco, e diffondono ovunque tanto colore e bellezza con quel loro tenue, delicato, giallo paglierino. Sono fiori eduli e si prestano, per la loro forma armoniosa, a decorare molto bene piatti dolci e salati. Quello che propongo è un antipasto dal gusto delicato, dei tortini ripieni di quel che il bosco ci offre in questa stagione, foglie e fiori di Primula vulgaris e germogli di Asparagus acutifolius, cui ho abbinato, per conferire un gusto più deciso, un formaggio semi molle come il taleggio.

Ingredienti (per 4 quiche)

  • Per le quiche
  • una confezione di pasta brisèe
  • un mazzetto di asparagi selvatici
  • un mazzetto di primule (fiori e foglie tenere)
  • due uova
  • 100 gr. di latte
  • Sale

Per la fonduta al taleggio

  • 2 tuorli
  • 200 gr. di taleggio
  • 80 gr. di latte
  • Sale e pepe q.b.
  • Una presa di farina

Procedimento

  1. Ricavare dalla sfoglia brisèe 4 dischi rotondi con un coppapasta. Ungere leggermente con una noce di burro piccoli stampi monoporzione di 12 cm. Adagiare la sfoglia.
  2. Lavare foglie e fiori di primule e lasciarle un po’ asciugare. Lavare gli asparagi selvatici ed utilizzare solo le punte.
  3. Tritare parte delle primule e le foglie più tenere. In una ciotola sbattere le uova, il latte, il sale ed aggiungere il trito di primule, altri fiori interi e le punte di asparago.
  4. Farcire con tale composto i dischi di brisèe, creare un piccolo bordo e cuocere in forno preriscaldato a 180 ° per una ventina di minuti.
  5. Tagliare a pezzi il taleggio, mettetelo in un pentolino con il latte e fate sciogliere a fuoco dolce.
  6. Mescolate energicamente, aggiungete i tuorli e la farina, continuando a mescolare, finché non otterrete una sorta di crema fluida.
  7. Sfornate e sformate le mini quiche, servitele con la fonduta e decorate a piacere con fiori di primula.
Anna Caramagno
Autore

Anna Caramagno. Nata a Genova ma divisa per affetti ed amori fra Liguria e Sicilia. Laureata in Lettere Moderne, per scelta di vita, ho vissuto tanti anni all'estero (Kuwait, Polonia, Brasile, Russia). Adoro raccontare per immagini fotografiche, sperimentare in cucina, leggere e recensire libri, fare trekking in solitaria. Oltre alla Natura, fonte per me di gioia e benessere psicofisico, ho altra passione viscerale: la maglia con il logo Stranelane, di cui curo il blog, pagina Facebook e Instagram. La vita per me è colore. In ogni cosa. Sempre.