Ricette per salse e addensanti in cucina senza utilizzare la farina di frumento

donna-cucina-pentola

Molti di noi spesso si chiedono come possiamo evitare di usare la farina di frumento, in favore di altre più sane e prive di glutine, come ad esempio il miglio e l’amaranto. In questo articolo tratteremo la preparazione naturale di salse e addensanti in cucina, senza l’uso di farina di frumento in favore di alternative più sane.

 

Salse e addensanti senza farina di frumento, ecco alcune ricette

Sono svariati gli impieghi pratici di alternative, più sane rispetto alla farina di frumento. Oggi vi proporremo tre alternative: per salse, per pietanze in umido e per glassare le verdure. Abbiamo scritto molti articoli sui falsi cereali e molte ricette che potete realizzare facilmente a casa vostra. Invitiamo quindi i lettori a questa sezione per altre ricette naturali di naturopataonline.

Come poter addensare una salsa:

Usate la fecola di patate (è permessa perchè ne occorre molto poca, spesso ne è sufficiente una piccola quantità, circa un cucchiano). Mescolate la fecola di patate con un pochino di acqua fredda e unitela ai vostri sughi, o al brodo vegetale. Cuocela a bassa temperatura, perchè se la fiamma è troppo alta, la salsa tenderà a liquefarsi di nuovo.

Per addensare una pietanza in umido:

Cucinate l’umido con molte verdure e poca acqua. Quando la sua cottura è ultimata, prendete parte del sugo con qualche pezzo di verdura e frullate l’ insieme ottenendo una salsa più densa.

Per glassare le verdure:

Mescolate un rosso d’uovo con 2 cucchiai abbondanti di panna da montare, (si può utilizzare anche quella vegetale) aggiustate di sale e pepe e aggiungetelo all’acqua che rimane nella vostra pentola dopo la cottura delle verdure, (che non dovrebbe essere più di 2 o 3 cucchiai) cuocete dolcemente a fuoco basso, mescolando per evitare la formazione di grumi.
Questa glassatura è particolarmente indicata per le carote, le zucchine, i fagiolini e le taccole. Essa non esalta il gusto delle verdure, ma rende anche possibile l’uso del brodo di verdura assai ricco di nutrimenti, che spesso viene eliminato, a meno che ovviamente le verdure non siano state cotte a vapore.

Autore: Patella Tina

5 / 5 (1 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.