Una ricetta tipica siciliana: patate al forno con origano

papate-ricetta

Oggi proponiamo una ricetta semplice, ma molto gustosa ed economica, che piace a tutti in casa  sia a grandi che piccoli. Allora scegliamo delle patate biologiche italiane, di media grandezza (particolarmente adatte alla cottura al forno), che siano anche simili per la loro dimensione, questo è particolarmente importante per il risultato finale.

 

Ricetta: Patate a spicchi con origano al forno

Da sempre utilizzate e amate in cucina per il loro sapore, le patate posseggono anche un buon contenuto di proteine, fibre e una considerevole quantità di vitamina C che vanno a contribuire al loro complessivo valore nutritivo. Le calorie sono inoltre ben quattro volte inferiori a quelle del pane, e a volte anche più basse di alcune varietà di fagioli comunemente consumati, per andare a comporre un piatto dalle calorie modeste e dal sapore unico.

Ingredienti per 3-4 persone:

Preparazione:

Procedete prendendo le vostre patate e pelatele, lavandole e successivamente asciugandole con un canovaccio. Una volta fatto tutto ciò, iniziate a tagliarle tutte in quattro parti, di uguale misura facendo particolare attenzione perchè questo procedimento che determina l’ esito corretto della cottura.
Arrivati a questo punto tutti gli spicchi della patate dovranno essere incisi leggermente nella parte centrale con tre piccoli taglietti facendo attenzione a non penetrare troppo in profondità nella patata. Nel frattempo preparate la teglia da forno , versate dell’olio di oliva extravergine, unite le patate tagliate a spicchi, aggiungete dei rametti di rosmarino, il sale (quanto basta) e  spolverate con l’ origano. Una volta preparato il tutto le infornerete a 175 gradi per circa 35 minuti.
Una volta che le vostre patate sono pronte, servitele e vedrete che super risultato.
Questa ricetta me l’ha consigliata una mia cara amica Rosetta Curatolo.

Autore: Tina Patella

 

3.83 / 5 (6 votes)

Un pensiero su “Una ricetta tipica siciliana: patate al forno con origano”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.