Succo di Noni: 6 proprietà e benefici

Succo di noni

Esiste un super frutto con ottime proprietà antiossidanti che devi assolutamente conoscere. Sto parlando di Noni, un frutto che si è guadagnato la nomina di super frutto grazie alle sue proprietà antiossidanti e anti infiammatorie.  Più precisamente il succo di noni è così sorprendente che è stato persino etichettato come alimento miracoloso.

Quindi cos’è il Noni e cosa lo rende così eccezionale?  Noni è un piccolo albero sempreverde che si trova nelle isole del Pacifico, nel sud-est asiatico, in Australia ed in India, che spesso cresce tra i flussi di lava.

Si trova spesso in combinazione con succo d’uva, probabilmente perché il succo d’uva aiuta a nascondere il sapore spiacevolmente amaro che possiede, ma può anche essere trovato in capsule, compresse e sotto forma di infuso. La sua popolarità come integratore si è sviluppata, principalmente a causa dei flavonoidi che contiene, che forniscono al succo di noni i principali benefici.

6 motivi per bere il succo di noni

Conosciuto come rimedio popolare per numerosi trattamenti, il noni è stato usato sia per tingere i vestiti che nella medicina locale. Ancora oggi, il frutto del noni insieme alle foglie, ai gambi, ai fiori, alla corteccia e alle radici viene utilizzato per curare. Ma poiché sono necessarie ulteriori ricerche, potresti non aver mai sentito parlare di noni fino ad ora.

Meglio tardi che mai, perché questo straordinario super frutto ha dimostrato di fare molte cose incredibili. Più specificatamente, il noni è noto alleviare il dolore articolare e le condizioni della pelle. I ricercatori lo stanno studiando come un possibile tonico per il cancro e per le malattie croniche, come quelle cardiovascolari e il diabete (1).

  1. Combatte l’infiammazione e aumenta l’efficienza del sistema immunitario

    una ricerca pubblicata sul Journal of Natural Products ha dimostrato  benefici di disintossicazione dovuti agli enzimi noti come “chinone reduttasi”. Questo suggerisce grandi poteri anti-infiammatori, rendendo il succo di noni una potente bevanda anti-infiammatoria (2).

    Ad esempio, questo può aiutare a ridurre gli effetti dell’artrite. Aggiungendo il succo di noni alla vostra dieta, potreste essere in grado di fornire all’organismo i nutrienti necessari che possono ridurre e persino aiutare ad eliminare l’infiammazione presente nel corpo. Inoltre, gli aminoacidi presenti nel noni possono aiutare a rafforzare il sistema immunitario. Noni contiene 17 aminoacidi, ma l’arginina, la serina e la metionina presenti nel noni sono particolarmente utili per mantenere il corpo forte. Può anche aiutare nell’attività fisica (fitness e atletica).

  2. Contiene un’incredibile quantità di antiossidanti

    Avrai sicuramente sentito parlare di antiossidanti. Gli alimenti che con tengono antiossidanti sono potenti perché possono aiutare a prevenire il danno cellulare che causa la malattia.

    Gli antiossidanti più comuni sono gli antociani, beta-carotene, catechine, flavonoidi, coenzima Q, luteina, acido lipoico, selenio, licopene e vitamine C ed E, che si possono trovare in molti alimenti e come integratori.
    Il noni e l’olio di vinacciolo sono tra le due fonti in cui puoi trovare molti di questi antiossidanti. Gli antiossidanti aiutano a ridurre i danni causati alle cellule a causa dello stress ossidativo. Questo stress ossidativo può venire dai radicali liberi, che sono molecole altamente instabili e, si formano naturalmente quando il corpo converte il cibo in energia.

    Come quando si fa esercizio fisico. I ricercatori sostengono che lo stress ossidativo influisca su molte malattie, come quelle cardiovascolari, il morbo di Alzheimer, il morbo di Parkinson, il diabete, il cancro, la degenerazione maculare senile e la cataratta (3).

  3. Aiuta a ridurre il colesterolo

    E’ stato condotto uno studio su fumatori, che come si sa sono particolarmente a rischio per i livelli di colesterolo più alti. Lo studio, riportato sul Scientific World Journal, ha dato il succo di noni ad accaniti fumatori ogni giorno per 30 giorni.

    I risultati hanno rivelato livelli molto più bassi di colesterolo e trigliceridi dopo aver consumato noni e, quindi, meno infiammazione nel corpo.

    Non è un segreto che il fumo di sigarette causi una grande quantità di danni alle cellule. Infatti, è stato riportato che il fumo di sigaretta è una delle principali cause di malattie cardiovascolari e il motivo di un decesso su tre legato a malattie cardiovascolari.

    Aumenta i trigliceridi, abbassa il cosiddetto colesterolo “buono”, provoca coaguli di sangue – che sono noti per bloccare il flusso di sangue al cuore e al cervello – e può causare un aumento di accumulo di placca nel corpo, in particolare di grassi un aumento di accumulo di placca nel corpo, in particolare di grassi, colesterolo nei vasi sanguigni. Noni può aiutare a ridurre, livelli di colesterolo, ma ovviamente, smettere di fumare è d’obbligo (4).

  4. Previene le malattie parassitarie

    Il succo di noni può solo aiutare a prevenire le malattie parassitarie. La leishmaniosi è una malattia parassitaria che si trova tipicamente nelle zone tropicali e nell’Europa meridionale portata dalle mosche della sabbia che sono molto più piccole della zanzara media che conosciamo oggi.

    Questa malattia è diventata più importante a causa della resistenza ai farmaci e ad alcune complicazioni causate da una possibile infezione combinata da HIV.

    Il succo di noni ha una ricca composizione chimica che ha dimostrato di combattere i parassiti con i composti fenolici e aromatici che contiene, rendendolo un possibile trattamento contro la leishmaniosi.

  5. Aiuta la riparazione cellulare

    Il succo di noni può essere perfetto per la riparazione cellulare. Contiene alcaloidi e, gli alcaloidi sono fondamentali per mantenere un sano equilibrio nel corpo. Gli studi dimostrano che il corpo produce in realtà un alcaloide chiamato xeronina, che attiva gli enzimi.

    Secondo un biochimico, il Dr. Heinicke, la xeronina è un must per il nostro corpo. Dove diventa complicato è che non appena la xeronina si trova nel corpo, la proteina nel nostro corpo la consuma subito, lasciandoci con poco, se ce ne sono, per i bisogni di riparazione cellulare (5).

    Come si inserisce il frutto del noni in tutto questo? Noni contiene solo piccole quantità di xeronina, ma il succo contiene proxeronina. La proxeronina è un colloide speciale che induce il rilascio di xeronina nel tratto intestinale una volta entrato in contatto con un enzima specifico presente nel succo di noni. Questo può migliorare significativamente la funzione cellulare.

  6. Allevia il dolore associato ai tumori

    Il Centro nazionale per la salute complementare e integrativa riporta che noni, ginkgo biloba, melograno, isoflavoni ed estratto di olio di vinacciolo possono essere alimenti che combattono il cancro. In particolare, le proprietà antitumorali degli antrachinoni rendono il super frutto di grande interesse.

    Gli antrachinoni, che sono composti fenolici presenti in natura, hanno probabilmente impedito al glucosio di entrare nelle cellule tumorali, prevenendo le metastasi, portando infine alla morte cellulare le cellule malate. Questo a sua volta, è utile per rallentare la crescita delle cellule tumorali.

    Uno studio riportato da Evidence-Based Complementary and Alternative Medicine ha condiviso che alcuni prodotti in commercio che contengono noni possono mancare di antrachinoni a causa della lavorazione e che gli antrachinoni si trovano più comunemente nei semi e nelle foglie di noni. Indipendentemente da ciò, è importante notare che sono ancora in corso studi sugli antrachinoni e sui loro effetti sul corpo.

    Sebbene la ricerca suggerisca che questi composti possano aiutare a ridurre il dolore e l’affaticamento associati al cancro, non sembra ridurre le dimensioni del tumore.

Valori nutrizionali

Un cucchiaio di succo di noni contiene circa:

  • 0,9 grammi carboidrati
  • 3,5 calorie
  • 1,5 milligrammi di vitamina C
  • 170 microgrammi di niacina
  • 300 microgrammi di zinco
  • 2 milligrammi di calcio
  • 0,12 microgrammi folato
  • 35 microgrammi ferro
  • 10 milligrammi potassio
  • 800 microgrammi magnesio

Noni fornisce anche acidi grassi, amminoacidi (arginina, metionina e serina) e potenti antiossidanti come gli antociani, coenzima Q10, flavonoidi, beta-carotene, acido lipoico, catechine, selenio, luteina e licopene.

Come bere il succo di noni

Noni può ricordare un mango in termini di dimensioni e colore, ma non contiene la dolcezza del mango. Il frutto di noni è amaro e molto più conosciuto come tonico salutare che bevanda rinfrescante.

Il noni viene talvolta assunto come integratore in polvere o in capsule, ed è spesso consumato come tonico curativo. Puoi acquistare il succo di noni in negozi specializzati o online. Se decidi di spremere il frutto fresco occorrono circa 6 frutti noni per ottenere un bel bicchiere di succo. Aggiungendo un po’ di succo di limone fresco o succo d’uva, è possibile dargli un gusto più piacevole. Puoi anche aggiungere un trito di polpa di noni al tuo frullato o yogurt oppure cucinarlo con le verdure saltate e servirlo sopra il riso.

La ricetta per il frullato polinesiano

Ingredienti:

  • ¼ di tazza di frutta noni tritata o ¼ di tazza di succo di noni
  • ½ tazza di ananas fresco
  • ¼ tazza di mango fresco
  • 1 banana matura
  • Succo di limone
  • Manciata di cavoli o spinaci
  • 1 misurino di brodo di carne in polvere
  • ½ tazza di latte di mandorla
  • 1 cucchiaio di miele

Indicazioni:

Metti tutti gli ingredienti in un frullatore e frulla bene il tutto. Puoi aggiungere qualche cubetto di ghiaccio se preferisci che sia freddo o usa le banane congelate per un frullato più denso.

Precauzioni

Noni contiene potassio e non è una buona scelta per chi soffre di problemi renali. Alcuni rapporti indicano che potrebbe causare problemi al fegato e dovrebbe essere evitato se si soffre di malattia al fegato. Anche durante la gravidanza e l’allattamento assicurati prima di consultare il tuo medico.

Cenni storici

La pianta di noni appartiene in realtà ad un albero della famiglia del caffè, la Rubiacea, conosciuta con il nome scientifico Morinda citrifolia. Il suo frutto si presenta di colore bianco-giallastro.

Come molti altri frutti, il frutto di noni viene spremuto e il suo succo venduto come tale, ma è anche possibile ottenerlo come succo concentrato, in polvere, e può anche essere trovato in bevande miscelate con altri ingredienti e succhi.

Noni ovviamente è anche altro oltre un succo. Può essere acquistato come frutto a base di polpa disidratata e foglie frantumate e può essere trovato in medicine naturali e cosmetici. L’olio di noni viene prodotto da semi pressati e usato in molti prodotti per uso topico, tra cui shampoo. I prodotti noni sono venduti in tutto il mondo, ma sono più popolari in Nord America, Asia, Australia e Messico.

La tradizione del noni era quella di usare i frutti come cibo e per problemi intestinali. Le foglie, tuttavia, vengono applicate su ferite e lesioni che causano gonfiore e artrite, spesso come impiastro. Alcuni nomi comuni di noni sono: gelso indiano, morinda, mela di maiale e legno di canarino. Il suo nome latino, tuttavia, è Morinda citrifolia.

Il succo di noni vene talvolta definito “un dono di Pele”, poiché proviene da aree in cui scorre la lava. Gli antichi hawaiani credono h Kilauea fosse la casa di Pele, conosciuta come la dea dei vulcani e una “dea del fuoco, fulmine, danza e violenza”. Tuttavia, i locali apprezzano davvero ogni eruzione, vedendola come un dono di Pele. Pele non solo fornisce ni, ma ogni eruzione crea circa 40 acri8 di terra nuova ogni anno.

Noni è diventato un grande giro d’affari, rappresenta un’industria da 3 miliardi di dollari. Oltre al succo, noni è diventato anche un’importante integratore, per lo più essiccato e in polvere.

Considerazioni finali

  • Il succo di noni è noto alleviare il dolore articolare e migliorare le condizioni della pelle, i ricercatori stanno studiandolo come possibile tonico per il cancro e le malattie croniche, come il diabete e le malattie cardiovascolari.
  • Può ricordare il mango come dimensioni e colore, ma non ha la sua dolcezza. Il frutto di noni è amaro ed è molto più popolare come tonico salutare che come bevanda rinfrescante.
  • Noni può essere acquistato sotto forma di frutto a base di polpa disidratata e foglie frantumate e può essere trovato nelle medicine naturali e cosmetici.
  • Si trova spesso in combinazione con succo d’uva, probabilmente per aiutare a nascondere il suo sapore spiacevolmente amaro, ma può essere trovato anche in capsule, compresse e sotto forma di infuso.
  • Il succo di noni ha dimostrato di possedere un sorprendente potere antiossidante, di aiutare a combattere il dolore associato ai tumori, rinforzare il sistema immunitario, combattere l’infiammazione, aiutare a ridurre il colesterolo, prevenire le malattie parassitarie e fornire la riparazione cellulare.
5 / 5 (2 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.