La Salute vien Mangiando

L’Italia è il paese del sole, della bellezza, del’arte, e del turismo, ma pochi pensano seriamente alla loro salute.

Il cibo per gli Italiani è una specie di missione, fanno a gara per dimostrare chi è più bravo a cucinare questo alimento piuttosto che quello e con la scusa che questo è meglio di quello ingurgitano tonnellate di schifezze!!! Proprio come nelle altre parti del mondo, anche se è vero che il nostro cibo ad onor del vero, gode di grande notorietà ovunque.

Qualche cosa a mio avviso deve essere rivisto, tanto per cominciare, cercare di conoscere se stessi, magari attraverso il proprio Gruppo Sanguigno.

 

Prendere in considerazione elementi fondamentali per la nostra salute come: sesso, età, zona di appartenenza  territoriale e quindi di nascita.

Considerare che se a 15/18 anni, godevamo di buona salute, probabilmente a 50 qualche cosa è sicuramente cambiato, quindi bisogna aggiustare il tiro (rivedere fra le altre cose l’alimentazione).

Per non parlare delle varie patologie, passate presenti e probabilmente, se non cambiamo qualche cosa futuro.

Il cibo deve diventare il nostro migliore alleato, troppe sono le diete in commercio ed anche se sembrano in un primo impatto tutte più o meno valide, la dieta dei “gruppi sanguigni” a mio avviso è la più corretta.

Il sangue del nostro corpo si forma con quello che mangiamo e se è vero che esistono 4 gruppi sanguigni  e ogni uno ha le sue caratteristiche (che andremo a vedere in modo più approfondito), tanto è vero che se andassimo a donare del sangue e il nostro, per es. fosse di gruppo A e lo donassimo per es. a chi possiede il sangue di gruppo B, potremmo quasi certamente creare in chi lo riceve uno shock anafilattico fatale (morte) e se è vero che il sangue si forma principalmente con quello che mangiamo …il gioco è fatto.

Il sangue in oltre determina il nostro carattere,  per es. lo “O” prende le cose di petto ”A” è più riflessivo,  “B” è il più accomodante, mentre ”AB” è un insiemi di cose positive e negative del gruppo “A” e “B”, quindi il nostro modo di intercedere o prendere decisioni, nella vita di tutti i giorni presente e futuri è determinato dal nostro sangue di appartenenza. Il sangue, come abbiamo già detto che può essere donato,  quindi aiutiamo chi sta peggio di noi.

Il sangue ci permette di orientarci verso uno tipo di lavoro piuttosto che un altro, crea simpatie o antipatie nei confronti di chi ci sta a contatto (Lavoro, ecc.) Il sangue ci indica quale sport è più congeniale per noi e anche a che ora della giornata è meglio praticarlo.

In sostanza il Burattinaio della nostra vita, è il “gruppo sanguigno” a cui apparteniamo

Questi potrebbero essere, se ben sviluppati i temi fondamentali del nostro manoscritto

Autore: Prof. Dr. Roberto Mazzoli

5 / 5 (1 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.