Cibi fermentati: proprietà e benefici

cibi fermentati

I cibi fermentati sono alimenti che hanno subito un processo di fermentazione in cui i batteri naturali si nutrono di zucchero e amido presente nel cibo e che così crea acido lattico. Questo processo preserva il cibo e crea enzimi benefici, vitamine del gruppo B, acidi grassi Omega-3 e vari ceppi di probiotici.

La fermentazione naturale degli alimenti ha anche dimostrato di preservare le sostanze nutritive presenti nei cibi e di rendere il cibo più digeribile. Questo, insieme allo stuolo di probiotici creati durante il processo di fermentazione, potrebbe spiegare il legame tra il consumo di alimenti fermentati e una migliore digestione.

Quali sono gli alimenti fermentati?

Le culture di tutto il mondo consumano da anni alimenti fermentati, dai Sauerkraut in Germania a Kimichi in Corea ..Gli studi hanno anche dimostrato il legame tra alimenti ricchi di probiotici e salute in generale. Purtroppo, con i progressi della tecnologia e della preparazione del cibo, questi cibi tradizionali e consacrati dal tempo sono stati ampiamente persi nella nostra società.

Oggi quali alimenti fermentati abbiamo?

La quantità di probiotici ed enzimi disponibili nella dieta media oggi è diminuita drasticamente negli ultimi decenni, poiché il latte pastorizzato ha sostituito lo yogurt crudo, i sottaceti industriali o fatti in casa,

l’aceto nei crauti hanno sostituito le tradizionali versioni lacto-fermentate … la lista continua.

Persino i grani tanto temuti erano più sicuri da mangiare in epoche precedenti poiché la loro preparazione includeva l’ammollo, la germogliatura e la fermentazione, che riduce in gran parte il contenuto anti-nutriente e li rende meno dannosi.
Invece dei cibi ricchi di nutrienti pieni di enzimi e probiotici che i nostri nonni probabilmente mangiavano, la dieta media oggi consiste principalmente di cibi morti creati dal laboratorio e carichi di zuccheri.

Perché e quali cibi fermentati ci fa bene mangiare?

Oltre al fatto che hanno un gusto eccezionale, ci sono diversi ottimi motivi per iniziare a preparare in casa  e mangiare cibi fermentati:
I Probiotici – Mangiare cibi fermentati e bere bevande fermentate come Kefir e Kombucha introdurranno batteri benefici nel sistema digestivo e aiuteranno l’equilibrio dei batteri nel sistema digestivo. I probiotici hanno anche dimostrato di aiutare a rallentare o invertire alcune malattie, migliorare la salute dell’intestino, aiutare la digestione e migliorare il sistema immunitario

Con i cibi fermentati siamo in grado di assorbire meglio i nutrienti dei cibi

Avere il giusto equilibrio di batteri intestinali e una quantità sufficiente di enzimi digestivi aiuta ad assorbire più nutrienti nei cibi che si mangiano. Abbinalo a una sana dieta alimentare reale e si assorbono molte più sostanze nutritive dagli alimenti che si mangiano. Non avremo bisogno di tanti integratori e vitamine e prenderemo il vivo direttamente dagli alimenti.
Se inserire cibi sani, biologici può diventare costoso,  non così con i cibi fermentati. Bevande come Kefir d’acqua e Kombucha possono essere fatte anche a casa e costano pochissimo.

Lo stesso vale per crauti, sottaceti, barbabietole e altri ortaggi. La Lacto-fermentazione consente di conservare questi alimenti per periodi di tempo più lunghi senza perdere le sostanze nutritive come si farebbe con l’inscatolamento tradizionale.

Sono ottimi cibi fermentati anche:

  1. Il Kimchi: questo cavolo fermentato asiatico speziato, simile ai crauti, ti fornisce un sacco di probiotici. Ricerche approfondite indicano che contribuisce alla salute del colon, al colesterolo più basso, a un miglior modo di pensare, a un sistema immunitario più forte, a una pelle sana e alla perdita di peso. Ulteriori ricerche mostrano anche proprietà antiossidanti, anti-invecchiamento e di supporto immunitario.
  2. Il Tempeh: questo alimento è anche usato per preparare un “dolce” indonesiano, ha un sapore di nocciola e una consistenza gommosa, e per questo motivo viene spesso usato come sostituto della carne in molte ricette vegane. Tradizionalmente a base di soia e un lievito, subisce una fermentazione controllata che lo rende una grande fonte di batteri probiotici. Il tempeh è anche una grande fonte di calcio, ferro e magnesio.
  3. Il Lassi: lo yogurt e la latteria fermentata svolgono un ruolo importante nella cucina indiana. Lassi è fatto combinando yogurt e latte (o acqua) e talvolta frutta e spezie per creare una grande bevanda ricca di probiotici. Si digerisce rapidamente, aiuta a ripristinare i batteri intestinali amichevoli e lenisce le irritazioni nel colon. Ancora una volta, non consiglio di consumare prodotti lattiero-caseari convenzionali, specialmente da mucche. Se hai intenzione di bere lassi, è meglio trovare un prodotto con latte di capra. Il latte di capra tende a digerire più facilmente. Se sei vegano, prova a cercare o a fare il lassi con yogurt biologico al latte o al latte di mandorle.

Autrice: Elisabetta Biagi

5 / 5 (1 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.