Per una tiroide sana, ecco le sostanze utili

per_una_tiroide_sana

Per una tiroide sana, ecco le sostanze che aiutano la nostra salute

 

Una tiroide che funziona bene è fondamentale per il buon equilibrio ormonale a tutte le età. Inoltre, in molti casi, è un modo per controllare efficacemente il peso, essendo l’ipotiroidismo spesso sinonimo di difficoltà a perdere chili in eccesso. Qui di seguito le sostanze utili per risvegliare questa ghiandola importantissima per il metabolismo:

  • Iodio Ed L-Tirosina: sono indispensabili per la produzione degli ormoni tiroidei; l’organismo produce naturalmente la tirosina a partire dagli altri aminoacidi ma, con l’invecchiamento, questa produzione diventa più rara e diventa indispensabile integrarla.
  • Zinco: rinforza il funzionamento della tiroide: sembra che contribuisca alla conversione della T4 (tiroxina) in T3 (triiodotironina), essendo quest’ultima l’ormone tiroideo più attivo.
  • Selenio: è più concentrato nella tiroide che in qualsiasi altro organo. La protegge grazie alle sue proprietà antiossidanti e agisce come cofattore facilitando la produzione degli ormoni tiroidei e favorisce la conversione della T4 in T3. E’ uno dei componenti dell’enzima Tiroxina 5-deiodinasi di tipo 1 che interviene in questa conversione. Nelle persone anziane, la diminuzione della conversione di T4 in T3 è spesso dovuta a una carenza di selenio.
  • Magnesio: un’integrazione di magnesio previene la diminuzione dell’attività della tiroide alimentata dalla pratica di un’attività sportiva stancante, negli sportivi così come negli uomini sedentari.
  • Forskolina: la forskolina, estratta dal Coleus forskohlii, agisce attivando l’enzima adenilato ciclasi, aumentando l’adenosina monosfosfato ciclica (cAMP) nelle cellule; la conseguenza principale è l’aumento della produzione degli ormoni tiroidei e la stimolazione della loro liberazione.
  • Guggul: i guggulsteroni, estratti dal Commiphora mukul, stimolano l’attività della ghiandola tiroidea e aumentano la conversione della T4 in T3. E’ a questi effetti che è attribuita la capacità dei guggulsteroni di favorire la perdita di peso. L’assunzione di guggulsteroni si accompagna anche alla diminuzione delle lesioni ossidative a livello del fegato, sito principale di stoccaggio della T4 e della conversione in T3.

 

 

Per una tiroide sana, ecco le sostanze utili, autore: Angelo Ortisi Naturopata-Iridologo esperto in Nutrizione genetica

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.