Aloe: proprietà e benefici

Aloe

Il genere Aloe è una tipologia vegetale appartenente alla famiglia delle Aloeaceae, definita anche specie vegetale grassa o succulenta. E’ presente praticamente in tutta la zona mediterranea  e nel mondo viene oramai coltivata in numerose zone come Asia, Africa, Australia, Russia, Giappone, America del nord e America del sud. La Repubblica Dominicana rappresenta il maggior produttore di gel all’aloe vera.

Il genere Aloe Conta oltre centinaia di specie, ma la più conosciuta per le sue virtù terapeutiche è l’Aloe Barbadensis o Aloe vera, molto utilizzata ormai da tempo in formulazioni destinate alla medicina e all’ambito estetico.

Parte della pianta utilizzata e le formulazioni

La foglia, in particolare il gel presente al suo interno che può essere messo a contatto diretto con la cute. E’ un valido medicamento in caso di ustioni, ferite, trattamenti anti-age, arrossamenti e scottature, couperose, acne, dermatiti; si può utilizzare direttamente il gel una volta estratto dalla foglia dopo averla sezionata, eliminato la parte verde, oppure è possibile reperire il gel anche in farmacia o erboristeria in formulazioni come pomata o crema. Si consiglia in genere di fare un impacco su irritazioni da pannolino, sudamina, pruriti vaginali, emorroidi, orticaria, psoriasi, scottature solari. Per uso interno invece si consiglia il il succo di aloe da bere, valido ausilio in caso di disidratazione, problemi al tessuto connettivo – come periartrite (dolore alla spalla), tendinite, fascite (infiammazione della pianta del piede), gonartrosi (dolore al ginocchio), cervicalgia (dolore al collo) – pefs e invecchiamento dei tessuti.

Non utilizzare la linfa gialla che fuoriesce dalla parte recisa ma pulirla ed eliminarla. La foglia può essere conservata in frigo nella zona riservata alle verdure. Per avere effetti terapeutici bisogna scegliere piante attive che abbiano almeno 5 anni.

L’aloe possiede le seguenti proprietà: antinfiammatoria, cicatrizzante, tonificante, immunostimolante, idratante, analgesica, fungicida e virostatica, antiprurito, disintossicante.

Curiosità

La pianta dell’Aloe conosce un utilizzo che si perde nel tempo. Già nel 2000 a.C. veniva utilizzata in Egitto per pratiche legate all’imbalsamazione e come cicatrizzante e prodotto cosmetico per la cura della pelle (citazioni trovate nel Papiro di Ebers). Anche Cleopatra sembra averle attribuito il merito della propria bellezza.

Comincia ad essere commercializzata grazie ad un farmacista americano che ne progettò la formula nel 1959.

Tipologie di Aloe ed effetti

Esistono molte varietà di Aloe; le più note per uso terapeutico e cosmetico sono 3, tra cui:

Aloe Barbadensis Miller

aloe vera

Anche meglio conosciuta come Aloe Vera, possiede foglie lunghe, spesse e molto succulenti. E’ è una pianta dalle infinite risorse poiché ricca di vitamine, amminoacidi, zuccheri e sali minerali. Il gel ricavato dall’interno delle foglie si può utilizzare sotto forma di succo quando si ha bisogno di un effetto disintossicante, antinvecchiamento, disinfettante e antivirale, o come ricostituente naturale. Il succo di Aloe può essere assunto non per lunghi periodi, perché altrimenti può essere lassativo, e seguendo le indicazioni presenti sul foglietto illustrativo o il parere del medico o del farmacista. L’applicazione esterna invece è consigliata in caso si vogliano ottenere effetti di varia natura tra cui quelli di seguito riportati.

  • Effetto lenitivo per problemi cutanei, acne infiammata, arrossamenti, pelle sensibile: idratante in profondità, emolliente, antirughe, l’Aloe, interviene efficacemente in caso di eritemi solari, scottature, irritazioni cutanee di varia origine calmando il dolore e riducendo l’infiammazione.
  • Effetto cicatrizzante e antinfiammatorio: in caso di tagli e ustioni, l’Aloe, è rigenerante ed epitelizzante; dà sollievo al bruciore dovuto a scottature e infiammazione ed è un ottimo fungicida e mostra virtù batteriostatiche che lo rendono sicuro in caso di ferite aperte. Il gel della foglia dell’aloe messo a contatto con la cute svolge un’azione antinfiammatoria e cicatrizzante sulla cute, tale da garantire il recupero immediato e completo dei tessuti lesi e la scomparsa del danno biologico, con riduzione al minimo di cicatrici o cheloidi. In caso di scottature, eritemi solari, irritazioni, trattamenti epilatori con cera, trattamenti di luce pulsata e laser si può utilizzare il gel della foglia oppure una pomata, sotto forma di gel, reperibile in erboristeria, applicata ripetutamente durante la giornata. L’aloe posto a contatto con i tessuti garantisce inoltre un sollievo immediato. In caso di ustione basterà effettuare un impacco con pellicola trasparente e lasciarlo agire per almeno 10 ore.
  • Stipsi e irregolarità intestinali: grazie alla presenza di aloina, una sostanza amara presente tra la foglia e il gel, si può ricorrere al succo di aloe per stimolare la peristalsi intestinale ed eliminare gonfiore e dolore addominale. Si consiglia di bere il succo seguendo le indicazioni presenti sulla bottiglia che dovrà essere rigorosamente scura. La somministrazione non deve essere prolungata perché altrimenti ci potrebbero essere problemi inversi, ovvero potrebbero aumentare il numero delle evacuazioni e determinare mal di pancia e irritazione del colon. Meglio non abusare.
  • Disturbi della bocca e del cavo orale: è possibile applicare il gel sotto forma di patch, in vendita presso farmacie ed erboristerie, oppure applicare direttamente il gel sulle gengive doloranti, su afte o irritazione della bocca. Sciolto in poca acqua è ottimo per rinfrescare il cavo orale e donare sollievo in caso di mal di gola e tonsilliti.

Aloe saponaria o maculata

aloe maculata

L’aloe saponaria è una pianta di sicuro interesse per l’operatore estetico, meno “famosa”, dell’aloe vera ma ugualmente efficace soprattutto per la cura dei tessuti, di zone delicate come il viso, collo e decoltè. Ricca di gel saponine svolge un’azione emolliente, ammorbidente e detergente. Indicatissima nella pulizia del cuoio capelluto, nel trattamento degli inestetismi della pelle, scottature, irritazioni. Ottima per la rimozione di cellule morte, forfora e sebo in eccesso.

  • Antinvecchiamento per viso, contorno occhi e labbra: grazie alle proprietà umettanti l’Aloe rende la pelle del viso luminosa e più tesa. Si consigliano 3 trattamenti viso alla settimana, per avere un effetto restitutivo e anti-age, con applicazione di latte, tonico, maschera, fiala e crema all’Aloe e Acido Jaluronico. E’ buona cosa inoltre stendere del gel all’Aloe sul viso tutte le sere prima di coricarsi.
  • Effetto proteolitico: l’Aloe dissolve ed assorbe con processo enzimatico le cellule morte o danneggiate; è adatto quindi per trattamenti rigeneranti, sebo-equilibranti e purificante. Si consiglia di effettuare 3 trattamenti alla settimana con prodotti a base di Aloe e Collagene marino per ottenere il miglioramento della pelle colpita da acne e da cicatrici post-acneiche.
  • Effetto antiforfora e antiprurito in caso di irritazioni al cuoio capelluto o in zone delicate, stendere un velo di gel all’Aloe sulle zone interessate e lasciare in posa per almeno due ore; ripetere l’operazione se necessario.

Aloe Arborescens

aloe arborescens

L’Aloe Arborescens è particolarmente conosciuta per le sue virtù terapeutiche simili all’Aloe Vera, è una pianta dalle grandi virtù depurative e detossinanti. Può essere utilizzata come l’Aloe Vera Ottimo l’uso alimentare attraverso il succo d’aloe o tramite il gel presente nella foglia tagliato a dadini e servito in insalate o piatti estivi. Riequilibra la flora batterica intestinale, normalizza i valori del colesterolo e della pressione sanguigna, rinforza le difese immunitarie e migliora la circolazione sanguigna.

Elementi attivi della pianta

  • Antrachinoni: sono analgesici naturali in grado di combattere l’infiammazione e togliere il dolore. La pianta dell’Aloe ne contiene diversi, tra cui l’aloina, un composto organico amaro (glucoside antrachinonico) di colore giallo ad azione lassativa.
  • Glucomannani: hanno proprietà immunostimolanti; ottimi per stimolare le difese immunitarie di cute e tessuti.
  • Acido salicilico: è un antinfiammatorio naturale generalmente conosciuto perché presente in un noto farmaco, l’Aspirina.
  • Steroli: hanno azione antinfiammatoria, antisettica e purificante.
  • Sali minerali: calcio, sodio, magnesio, ferro, rame, zinco e cromo sono presenti in quantità elevate nella pianta dell’Aloe. Sono fondamentali per l’equilibrio e la salute psico-fisica ed apportano benessere ai muscoli e al sistema nervoso.
  • Vitamine del gruppo A: sono rigeneranti, elasticizzanti e cicatrizzanti. Combattono le infezioni e sono ottime per la vista dato il loro potere antiossidante.
  • Vitamine del gruppo B: coadiuvano il sistema nervoso, aumentano la risposta immunitaria, migliorano la salute di cute, pelle e capelli.
  • Vitamine del gruppo C: rinforzano il sistema immunitario.
  • Vitamine del gruppo D: rinforzano le ossa e migliorano l’assimilazione del calcio.
  • Vitamine del gruppo E: hanno un elevato potere antiossidante; mantengono in equilibrio il mantello idrolipidico cutaneo (la barriera che garantisce la salute della nostra pelle) donando un aspetto fresco e rilassato ai tessuti. Le vitamine del gruppo è svolgono un’azione anti-age ad ampio spettro su tessuti e organi.
  • Aminoacidi: gli aminoacidi sono strutture base fondamentali per l’organismo da cui prende avvio il processo di genesi delle proteine; 22 è il numero di aminoacidi di cui ha bisogno il corpo umano, l’Aloe ne fornisce 20. Questa sua qualità lo rende un potente ausilio in caso di sport estremo, convalescenza e allenamento intenso.
  • Saponine: sono elementi chimici che possiedono una funzione blandamente detergente, disinfettante e antimicrobica. Il gel all’Aloe è un valido aiuto in caso di problemi cutanei. Le formulazioni in latte possono essere utilizzate per struccare e per detergere il volto senza aggredire i tessuti.
  • Enzimi: sono elementi chimici molto preziosi poiché funzionali sulla cute e sulle mucose per la loro capacità di favorire la riparazione dei tessuti e attenuare le infiammazioni. Nella pianta dell’Aloe ne sono presenti alcuni tra la lipasi.
  • Lignina: è una sostanza ad elevato potere di penetrazione che conferisce al gel d’Aloe un’elevata permeabilità tessutale; questo permette alla pianta di essere altamente idratante e restitutiva.

Caratteristiche e controindicazioni:

Sicurezza: elevatissima

Uso: pianta molto nota e utilizzata fin dall’antichità

Ricerca: la ricerca ha dedicato ampi studi a questa pianta ed esiste un’ampia letteratura in proposito.

L’aloe è adatta sia per uso topico che per uso interno.

Sono d’accordo nel dire che l’aloe è un perfetto ausilio per la pelle, ed i tessuti in generale; per mantenerli sani, equilibrati, per garantire l’omeostasi e per far sì che la cute non vada incontro ad invecchiamento.

È una di quelle piante che io definisco preziosa nel suo genere e per le sue proprietà. Sarebbe buona cosa che ognuno ne avesse una pianta in giardino o sul proprio balcone, soprattutto chi ha bimbi e anziani in casa, poiché non vi sono controindicazioni tranne il fatto che può risultare lassativo se ingerito in quantità elevate.

La coltivazione dell’aloe vera

La pianta dell’Aloe vera possiede foglie lunghe dai 40 ai 60 cm, carnose e lanceolate, aventi intorno degli aculei pungenti, e può raggiungere l’altezza di 1 metro. Produce una sola infiorescenza centrale, con fiori rosso arancio.

La sua coltivazione può avvenire sia in vaso che sul terreno, attraverso i semi o coltivando i polloni che si formano alla radice. La pianta non deve essere sottoposta a forte calore, poiché in genere scurisce le foglie seccandole; non ha bisogno di molta acqua ed anzi si consiglia di innaffiare la terra solo quando è asciutta.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *