La Nutella fa male? Cosa c’è dentro e come viene fatta

nutella

Nutella: “crema spalmabile alle nocciole e al cacao”

Chi almeno una volta nella vita, soprattutto da piccoli, magari invogliati dalla pubblicità, chi non ha mangiato la Nutella, uno dei prodotti industriali più famosi e riusciti dal punto di vista commerciale dell’industria italiana.

La Nutella insieme alla coca-cola è il simbolo per eccellenza di come sia cambiato, in peggio, lo stile alimentare dell’uomo moderno.

Il segreto, geniale per il portafoglio dell’ideatore, è stato quello di far leva attraverso quantità smodate di zucchero con ingredienti scelti ad hoc e sapiente uso di chimica, sul senso del gusto.
Il risultato è che intere generazioni si sono assuefatte allo zucchero raffinato e al senso di “dolce chimico” rifiutando come conseguenza i cibi più naturali.

Una crema spalmabile a base di zucchero raffinato e grasso di palma

Sull’etichetta della Nutella c’è la dicitura crema da spalmare alle nocciole al cacao.

In realtà questi due ingredienti sono presenti minima rispetto a peso complessivo.

La dicitura corretta sull’etichetta dovrebbe essere: crema allo zucchero e olio di palma con nocciole e cacao.

Il 73% della Nutella è composto di zucchero e olio di palma. 15 g di questo composto forniscono 339 calorie prive di qualsiasi valore nutrizionale.

Chi mangia Nutella sa benissimo che questo concentrato di zucchero e grassi al sapore di nocciola, genera assuefazione e rende difficile al consumatore limitarsi ad un’assunzione di pochi grammi. Soprattutto se è somministrata a bambini.

Sono stati dedicati interi libri con ricette professionali firmati da chef famosi, per produrre dolci a base di Nutella. Moltissime prevedono dei dosaggi molto importanti e non c’è da stupirsi. Lo scopo principale per ogni industria è quello di vendere sempre di più.

Zuccheri grassi e latte tutto insieme

Nella formula della Nutella è presente anche latte scremato in polvere.

La Ferrero è riuscita a combinare sapientemente i tre ingredienti che fanno più male alla salute di tutti (in particolar modo gli appartenenti al gruppo sanguigno 0).

Questo prodotto industriale fa particolarmente leva sui bambini piccoli che restano affascinati da questo sapore dolcissimo, ne vogliono sempre di più, si abituano al sapore e pertanto non accettano più di mangiare altri cibi più sani.

La pubblicità martellante ha indotto intere generazioni a pensare che la Nutella fosse un cibo salubre e adatto ad una “colazione da campioni” …  Niente di più diverso dalla realtà.

Zuccheri e grassi creano dipendenza e malattie metaboliche

Lo zucchero raffinato ormai onnipresente in moltissimi prodotti da forno, è la causa primaria di moltissime patologie metaboliche tra cui il diabete, obesità problemi cardiocircolatori.

Non è una mia opinione, ma sono dati statistici.

Malattie gravi tra cui anche i tumori, sono in costante aumento e colpisco sempre più persone giovani di pari passo ai mutamenti delle abitudini alimentari e degli effetti “benefici” dello stile di vita industrializzato

L’olio utilizzato per amalgamare, tali spalmabilità, di questo composto è l’olio di palma.

Per chi non lo sapesse l’olio di palma ha le seguenti caratteristiche:

  • È anche responsabile di patologie sempre a carico  del pancreas.
  • Il suo utilizzo è giustificato in primo luogo per il suo basso costo, il sapore “neutro” e la sua ottima amalgabilità.
  • Non c’è da stupirsi di questa scelta adottata da moltissimi produttori di cibi industriali.
  • L’unico interesse di queste aziende è il profitto e non certo la vostra salute.

La crema vegetale Valsoia: alternativa “green” alla nutella?

Il logo di quest’azienda italiana porta la dicitura bontà è salute.

Ci si aspetterebbe comprando questo prodotto di trovarsi di fronte un ad prodotto di qualità salutistica migliore.

In parte è vero, ma a livello complessivo, si tratta di finezze.

Gli ingredienti principali sono gli stessi della Nutella: zucchero e olio vegetale di palma.

La differenza sta che anziché utilizzare il latte è impiegato un estratto di soia in polvere (7 % del totale + 3% di fibre).

Il 68% della composizione della crema Valsoia è composto da zucchero e grasso di palma.   Per questa composizione non vedo nessuna differenza con la Nutella e valgono le stesse considerazioni: anche la Crema Valsoia è un cibo spazzatura il cui abuso danneggia direttamente la nostra salute.

Secondo la mia opinione il nome corretto sarebbe:

Crema Valsoia: Crema spalmabile di zucchero e olio di palma con nocciole cacao

Per un attimo non fatevi travolgere dal gusto e dal piacere al suo consumo che dà al palato. Immaginate di preparare una nutella artigianale, ma senza disporre degli ingredienti segreti, non indicati secondo legge in etichetta, e senza avere a disposizione la tecnologia per amalgamare grassi e zuccheri (chissà come fanno…)

Ricetta simulata per crema alla nocciola

Prendete un mixer, versate mezzo chilo di zucchero raffinato bianco e mezzo chilo di olio di palma. Abbondate pure con cacao e nocciole (50 g ti cacao è 100 di nocciole).

Mettete un po’ di latte vaccino o di soia e miscelate il tutto  a lungo. Versate in un contenitore e lasciate sedimentare.

Avreste mai il coraggio di utilizzare per qualsiasi scopo alimentare questa vostra produzione?

La mangereste o peggio, la dareste come colazione ai vostri figli ?

Probabilmente no… allora perché comprate  Nutella?

 

2.1

ingredienti

addittivi alimentari

indice glicemico

certificazioni

gusto

prezzo

in breve

  • Prezzo economico

  • Grafica convincente

  • Troppo olio di palma

  • La crema spalmabile Valsoia non è un'alternativa migliore

per concludere

Se non riuscite a farne a meno, il nostro consiglio è di cercare altre alternative.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.