Risultati dei test di pesticidi e OGM di Monsanto sulle cavie

mais pestici monsanto

OGM: uno studio dimostra le conseguenze tossiche del mais transgenico sulle cavie. OGM, dimostrata la tossicità del mais transgenico

Per la prima volta, la conseguenza salutistica di un OGM e di un pesticida ampiamente usato, sono stati estesamente valutati in un test su animali alimentati per lungo tempo (con cibi OGM); sono poi seguite dettagliate analisi come mai prima d’ora, da parte di enti ambientalistici e alimentari, governi, industrie e centri di ricerca.
I due prodotti testati sono usati molto comunemente: (i) un mais transgenico reso tollerante al Roundup, la caratteristica condivisa  da oltre l’80% del cibo OGM per umani e animali e (ii) lo stesso Roundup , l’erbicida più usato sul pianeta. Il processo di approvazione regolamentare richiede che questi prodotti vengano testati su ratti quali surrogati di umani.

La nuova ricerca ha avuto questa caratteristica: 2 anni di prova di alimentazione su 200 ratti, i cui risultati sono stati monitorati su piu’ di 100 parametri.
(…)
I risultati della ricerca

I risultati, che inducono a seria preoccupazione, includono aumento e più rapida mortalità con effetti ormonali non lineari e in relazione al sesso.
Le femmine hanno sviluppato significativi e numerosi tumori alle mammelle e problemi alla ghiandola pituitaria e reni. I maschi sono morti principalmente per serie deficienze croniche epatorenali. Il team del Prof Seralini alla università di Cannes sta pubblicando questo studio dettagliato in uno dei giornali scientifici online di peer-review più importanti a livello internazionale, per ciò che riguarda la tossicologia del cibo. Questo il 19 settembre 2012.

Le implicazioni dei risultati dei test sugli OGM

Le implicazioni sono estremamente serie. Dimostrano la tossicità, sia dell’OGM con le più diffuse caratteristiche  transgeniche che del piu’ usato erbicida, anche quando se ne ingeriscono bassissime quantità (che corrispondono a quelle che si sono trovate in superficie  nell’acqua del rubinetto). In aggiunta, questi risultati chiamano in questione l’adeguatezza dell’attuale processo di regolatoria, usato in tutto il mondo da enti  coinvolti nella valutazione della salute, del cibo e delle sostanze chimiche e delle industrie che cercano la commercializzazione di prodotti.
In vista di queste scoperte, i ricercatori considerano che le autorizzazioni di mercato per questi prodotti dovrebbero essere immediatamente riviste. La durata del test, 90 giorni, dovrebbe essere estesa a 2 anni per gli OGM in agricoltura. In aggiunta, tutti i pesticidi dovrebbero essere testati nelle loro formulazioni (non nel solo principio attivo) per 2 anni, inclusi i livelli molto bassi. Inoltre, in futuro il processo di test della regolatoria  per il biotech e i prodotti dei pesticidi, dovrebbe essere trasparente, aperto alla indagine pubblica, soggetto ad una recensione indipendente  e portato avanti in modo indipendente

Nel frattempo dovrebbe essere obbligatorio etichettare tutti gli OGM presenti nel cibo e nel mangime inclusi i prodotti da allevamento da animali  che sono stati nutriti con OGM. In ultimo, la natura di tutti i composti presenti nelle formulazioni dei pesticidi dovrebbe essere resa pubblica.

Fonte
Traduzione e  sintesi: Cristina Bassi

3.50 / 5 (2 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.